L'ex br Morucci ospite a Casa Pound

morucci.jpgDopo un no che ha fatto tanto rumore, arriva un sì che fa ancora più frastuono. L’ex brigatista rosso, Valerio Morucci, sarà ospite di Casa Pound, il centro sociale romano del Blocco Studentesco, il movimento di estrema destra coinvolto negli scontri di Piazza Navona dello scorso ottobre. Qualche settimana fa il suo nome era balzato sulle cronache nazionali per l’invito, poi negato dell’Unievrsità La Sapienza.
In quel caso Morucci era stato invitato dal professore di letteratura-angloamericana Giorgio Mariani per partecipare al seminario “Cultura, violenza e memoria” tenutosi lo scorso 12 gennaio, ma il rettore Luigi Frati si era opposto all’incontro, in seguito alle polemiche politiche che si erano scatenate.
Ma come si sono incontrati l’ex brigatista del sequestro Moro e della strage di via Fani e il laboratorio dei militanti neofascisti? I ragazzi di Casa Pound raccontano che Morucci li ha contattati dopo gli contri di piazza Navona per manifestare loro solidarietà e da lì sono iniziati i primi contatti. Quando poi c’è stato il rifiuto dell’ateneo romano (che anche il Blocco studentesco aveva già subito in altre occasioni) ecco che le strade si sono incrociate. Gli studenti hanno pensato di invitarlo, perché definiscono Casa Pound un luogo dove il confronto è libero.
“Lo abbiamo invitato perché ha annunciato un’iniziativa importante – ha spiegato Gianluca Iannone, presidente del centro sociale – ovvero un appello a mettere fine al meccanismo diabolico dell’antifascismo, che lui ha dichiarato esplicitamente di condannare”. E oggi i ragazzi di Casa Pound provvederanno a invadere la capitale con i manifesti dell’evento che si terrà venerdì 6 febbraio alle 21, con la partecipazione di Giampiero Mughini, Angelo Mellone, Ugo Maria Tassinari, Luca Grazio e Carlomanno Adinolfi. Durante l’incontro Morucci presenterà il suo libro “Patrie galere, cronache dall’oltrelegge”, edito da Ponte alle Grazie, nel quale il terrorista dissociato racconta gli anni passati in carecere.
E a chi si stupisce della scelta di aver accettato l’invito del tempio dell’estrema destra, Morucci risponde: “Capisco la sorpresa, ma avevo già annunciato che sarei andato nei centri sociali dell’estrema destra. Vorrei bloccare la contrapposizione ideologica, schematica, quasi religiosa tra Bene e Male, perché nel passato ha provocato solo disastri. E ancora potrebbe crearne. La Costituzione garantisce a tutti la libertà di espressione, la libertà di parola… invece in Italia questo diritto è vietato ad alcune categorie di persone”.

Total
0
Shares
1 comment
  1. Condivido le dichiarazioni del Compagno Valerio Morucci! Qust’ultimo esagerò solo nello sparere, ma è un “rosso” convinto, tosto. Hasta la victoria siempre!, Compagno Valerio. Mimì Capurso-Bisceglie(Bari)

Lascia un commento
Previous Article

H&M, nuove assunzioni nel 2009

Next Article

Sicuri in sella, partnership Fmi-Miur

Related Posts
Leggi di più

Lavorare dopo la maturità? Ce la fa solo il 38% dei diplomati. Strada in discesa solo per chi ha fatto il “tecnico” o il “professionale”

Un'indagine del Ministero dell'Istruzione e del dicastero del Lavoro fotografa la situazione lavorativa degli studenti dopo la fine dell'esame di maturità: solo il 38,5% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2019 è riuscito a trovare un lavoro negli anni successivi. Numeri più confortanti per chi è uscito da un istituto tecnico o commerciale: uno diplomato su due già lavora.
Leggi di più

Mai avvolgerla nella plastica o tenerla in tasca: ecco i consigli degli esperti per l’utilizzo della Ffp2: “Se non riceve umidità può durare fino a 40 ore”

Obbligatoria per viaggiare sui mezzi di trasporto e necessaria anche per seguire le lezioni in classe o andare al cinema: la mascherina Ffp2 è uno strumento con il quale stiamo familiarizzando sempre di più in queste settimane. Conservarla correttamente è indispensabile per poterla utilizzare per più di un giorno. "Mai indossarla sopra a una chirurgica".