Leolandia lavora con noi: assunzioni 2020

Leolandia cerca personale per la stagione 2020 e ha aperto le selezioni per vari profili. Il noto parco dedicato alle bellezze italiane è alla ricerca di diverse figure per assunzioni in Lombardia, a Capriate San Gervasio (Bergamo).
Ecco le opportunità di lavoro Leolandia attive e come candidarsi.
Leolandia è un parco divertimenti situato a Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo. E’ particolarmente conosciuto perché al suo interno è presente una riproduzione in miniatura del nostro Paese, Minitalia. La struttura, fondata da Guido, Maio e Giorgio Pendezzini, imprenditori lombardi, nel 1971, e dedicata al divertimento per famiglie, gruppi scolastici, centri ricreativi estivi e oratori. Comprende un’area interamente dedicata alla ricostruzione, per lo più in scala 1:50, delle principali città italiane. Oggi Leolandia contiene ben 40 attrazioni, tra giostre, rettilario, acquario, zone verdi, punti di ristoro e altro ancora.

In vista della stagione 2020 Leolandia ha aperto le selezioni per la copertura di vari posti di lavoro nel parco divertimenti bergamasco. Le risorse selezionate saranno assunte a partire dal 14 marzo. La sede di lavoro è  Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo, Lombardia.

I candidati ideali hanno propensione a relazionarsi con gli ospiti del parco e un atteggiamento solare, sono entusiasti e disponibili. Per alcune posizioni è richiesta anche un’ottima conoscenza della lingua inglese.

Gli interessati alle assunzioni Leolandia possono valutare le opportunità di lavoro nel parco divertimenti disponibili in questo periodo. La campagna di recruiting è finalizzata alla selezione delle seguenti figure:
  • addetti alla ristorazione con o senza esperienza – cuochi, pizzaioli, baristi, cassieri, addetti cucina, addetti pulizia tavoli;
  • operatori giostre;
  • addetti alle biglietterie e all’accoglienza;
  • addetti all’assistenza clienti back office;
  • commessi;
  • operatori giochi a premio;
  • truccabimbi;
  • animatori;
  • magazzinieri;
  • manutentori meccanici ed elettrici;
  • stagista in ambito marketing (sondaggi ospiti).

Le selezioni dello staff per le assunzioni 2020 nel parco divertimenti sono articolate in più fasi, a partire dalla valutazione dei cv pervenuti. I candidati il cui profilo risulterà idoneo per le posizioni aperte saranno convocati per partecipare ad un colloquio di gruppo e ad una intervista individuale. Colloqui e interviste partiranno nel mese di gennaio.
Gli interessati alle future assunzioni Leolandia e alle offerte di lavoro nel parco divertimenti possono candidarsi visitando la pagina dedicata alle posizioni aperte, raggiungibile dalla sezione Leolandia “Lavora con noi” del portale web del parco, e inviando il curriculum vitae tramite l’apposito form.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Morta l'orsa Lauretta, l'ultima star del Parco d'Abruzzo: aveva 25 anni

Next Article

Azzolina ministra della scuola, Manfredi all'Università e Ricerca

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.