Le Summer School riaprono l’offerta formativa

summer-1.jpgUn menù a base di corsi, arricchito da un sapore internazionale e servito in alcune delle più prestigiose università del mondo. L’unico requisito per accedervi è una buona conoscenza della lingua inglese e ovviamente la volontà di “sacrificare” qualche settimana di ferie.
Ritornano infatti le summer school, vere e proprie scuole estive pronte ad aggiornare e formare studenti, neolaureati e manager con la voglia di rimettersi in discussione. Bastano dalle quattro alle otto settimane per perfezionare la lingua o approfondire le più svariate tematiche.
Le università rafforzano le partnership tra gli atenei e propongono corsi da far gola anche ai più stanchi. I contenuti dei corsi sono dei più vari e non è difficile imbattersi in un percorso rivolto alla scrittura creativa o a un ciclo di lezioni sulla storia dell’arte. Come il programma “Study Abroad” della Cattolica di Milano che offre corsi di International Business alla Sungkyunkwan University in Corea o la convenzione fra la Bicocca Milano e l’Indian Institute of Management di Calcutta e Bangalore, in India, per l’attivazione di una summer school in Economia e Statistica.
Complessivamente però l’offerta formativa è veramente vasta e attraversa diversi paesi del mondo. A snocciolare i principali corsi il Sole 24 Ore attraverso un elenco di alcune delle più famose e importanti intese internazionali.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Milano, tirocini per ingegneri ambientali

Next Article

Scatti d'integrazione a Roma Tre

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).