Law school internazionali a caccia di avvocati

A Milano il 19 ottobre avrà luogo il LAW FORUM, l’evento dedicato agli studi e alla carriera in diritto internazionale privato. L’incontro si svolge all’interno della più grande fiera per corsi post laurea internazionali, il QS World Grad School Tour e vedrà la presenza di 15 law school di tutto il mondo. Da loro sarà possibile capire meglio cosa sono i corsi di Legum Magister (LL.M), quali sono i requisiti per accedervi e quali percorsi di carriera si aprono dopo questi studi.
Prestigiosi studi legali che continuano ad assumere talenti forensi presiederanno ad una tavola rotonda sulla carriera. Rappresentanti di DLA Piper, CBA Studio Legale e Tributario, NCTM, Dewey & Le Boeuf, e l’associazione italiana di diplomati LL.M (ALMA) animeranno la discussione con testimonianze, delucidazioni e consigli per puntare sulla carriera all’interno dei loro studi.
“Anni fa, – sottolinea l’avv. Paolo Esposito di CBA Studio Legale e Tributario – in considerazione del ruolo dominante dell’economia e, quindi, del diritto USA, la scelta era quasi obbligata. Successivamente il Regno Unito ha cominciato a svolgere in Europa un ruolo economico e giuridico centrale, soprattutto nella finanza, che ha reso molto interessanti gli LLM inglesi. Oggi sarebbe preferibile un LLM americano per un Corporate Lawyer e uno inglese per un Banking Lawyer.”
L’appuntamento è il 19 ottobre al Palazzo delle Stelline dalle 16.00 alle 20.00. Per il programma completo della fiera visitare: www.topgradschool.com

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il Governo del Territorio s’impara a Firenze

Next Article

Università e non profit per la lotta ai tumori

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.