L’Amica Geniale 3: casting comparse a Firenze

Interessante opportunità di casting a Firenze grazie alla selezione di nuove comparse per le riprese della serie L’Amica Geniale 3. I provini sono rivolti a uomini, donne e bambini residenti esclusivamente in regione, infatti le riprese si terranno in Toscana.

Le candidature sono attive.

È quindi aperto un nuovo casting a Firenze per la selezione di comparse che lavoreranno alle riprese della serie televisiva italo-statunitense L’Amica Geniale 3, in onda sulla RAI e creata da Saverio Costanzo.

Non c’è ancora una data definitiva per l’inizio delle riprese, ma il set sarà allestito a breve e si girerà nel corso dell’estate.

Il casting è rivolto a residenti nella regione Toscana, con caratteristiche fisiche che richiamino gli anni 70.

In particolare si selezionano:

  • uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 70 anni;
  • bambini tra i 7 e i 12 anni.

Segnaliamo che non saranno accettate comparse con tatuaggi, tagli di capelli particolari e tinte come meches o colpi di sole. Inoltre, secondo la normativa vigente in materia, non sarà possibile accettare candidature da dipendenti della pubblica amministrazione. Per visionare le references di stile e look, potete visitare il sito di Scena 1, alla sezione ‘Casting’, cliccando su ‘L’Amica Geniale 3’.

Il lavoro sarà regolarmente retribuito e le comparse selezionate saranno quindi assunte a norma di legge.

COME CANDIDARSI

Per partecipare al casting per comparse de L’Amica Geniale 3 a Firenze, è necessario presentare la propria candidatura inviando una mail a: [email protected].

Total
12
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Premio Massimo Troisi 2021: concorso di scrittura comica

Next Article

Eurostat, Messa: “Su numero laureati dobbiamo invertire subito tendenza”

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".