La rassegna stampa di oggi, giovedì 24 settembre

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli di oggi selezionati dalla redazione del Corriere dell’Università.
Il Sole 24 Ore – Arriva la pagella per i presidi premi per tre fasce su quattro – Presentata ieri dal Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, la “pagella dei presidi” ovvero una tabella utile a valutare il rendimento dei dirigenti scolastici. I presidi riceveranno un bonus se riusciranno ad ottenere una valutazione che si attesti in una delle prime tre fasce di merito, mentre rimarranno a bocca asciutta piazzandosi nella quarta e ultima fascia.
La Repubblica – Il sindaco prof confessa “Mai avuta la laurea” – Si è dimesso da preside e docente, il sindaco di Treviglio, nel bergamasco, reo confesso di aver mentito riguardo il possesso del titolo di studio.
La Stampa – Insegnante precaria e disabile, ottiene cattedra in paesino di montagna senza mezzi di trasporto – L’assurda storia di una docente disabile che ha ottenuto la cattedra grazie al piano assunzioni della Buona Scuola: senza mezzi di trasporti pubblici e in un paesino di montagna, la strada dell’insegnamento comincia davvero in salita.
La Repubblica – Manfredi alla guida dei rettori italiani: “La mia elezione? Un riconoscimento al Sud” – Il nuovo presidente della Crui è Gaetano manfredi, ex rettore della Federico II e napoletano doc. L’impegno adesso, sarà quello di rilanciare le Università del Mezzogiorno.
Corriere del veneto – Test medicina, a Padova la maggiore concentrazione di studenti preparati – Anche per quest’anno, l’Università di Padova si dimostra come polo d’attrattiva per aspiranti medici già estremamente preparati: qui si concentrano i migliori risultati dei test di medicina.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Graduatorie Veterinaria 2015: passa il 56% dei candidati

Next Article

Destinazione Australia: ecco come partire

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).