La rassegna stampa di mercoledì 24 febbraio

A newsstand in Omaha, Neb., November 1938 (AP Photo/Office of War Information, John Vachon)

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Il Sole 24 Ore – La Meccanica apre alle scuole – Da settembre 500 aziende del settore ospiteranno in alternanza scuola – lavoro circa 5 mila studenti in tutta Italia. L’accordo tra Federmeccanica e Miur.
Avvenire – Cassazione: il picchetto a scuola è reato – Da oggi impedire l’accesso negli edifici scolastici a studenti e prof, pratica utilizzata in ogni occupazione da parte degli studenti, diventa ufficialmente un reato perseguibile penalmente.
Corriere della Sera – “Se potessi compire un miracolo guarirei tutti i bambini malati del mondo” – Alcune delle più belle risposte di Papa Francesco alle lettere inviategli dai bambini di tutto il mondo raccolte per la prima volta in un libro.
La provincia di Varese – Giannini: “Le sue lezioni resteranno” – Il ricordo di Umberto Eco nelle parole degli esponenti della cultura e delle istituzioni intervenuti ieri al funerale del grande intellettuale scomparso all’età di 84 anni.
Il Sole 24 Ore – Ebm assegna 168 borse di studio – L’ente bilaterale metalmeccanici apre il bando per l’assegnazione di 168 borse di studio utili a lavoratori del settore e ai loro congiunti per la frequenza di corsi di laurea anche a distanza.
Italia Oggi – Ci vuole pazienza, ma tornerò lassù – L’intervista a Samantha Cristoforetti, per tutti AstroSamantha, la prima astronauta donna italiana a compiere una missione spaziale. Il prossimo obiettivo? Ovviamente, lo spazio.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bando per l’assunzione in Università estere come docenti di italiano, stipendio fino a 1.700 euro al mese

Next Article

Napoli in corsa per le Universiadi 2019: "Grande opportunità per la città"

Related Posts
Leggi di più

Muore in un incidente prima della discussione della tesi ma l’università precisa: “Non era in programma nessuna laurea”

Giallo sulla morte di Riccardo Faggin, studente di 26 anni iscritto alla facoltà di Scienze infermieristiche dell'Università di Padova. Si è schiantato contro un albero a pochi metri da casa dove era tutto pronto per festeggiare la sua laurea. Ma l'ateneo ha precisato che il suo nome non era nell'elenco dei laureandi.