La rassegna stampa di martedì 10 maggio

CITIZEN KANE, Orson Welles, 1941, astride stacks of newspaper

Scuola, Università e Ricerca: ecco gli articoli selezionati questa mattina dalla redazione del Corriere dell’Università.
Italia Oggi – Presidi, i risultati fanno salario – Il sistema di valutazione dei presidi partirà a settembre: a seconda del raggiungimento di determinati obiettivi, i dirigenti scolastici percepiranno un differente bonus economico.
La Repubblica – Istruzione, Calabria e Sicilia al primo posto per povertà educativa – Il rapporto di Save The Children evidenzia la drammatica situazione in cui versano i bambini delle regioni del Mezzogiorno: dalla scarsità dei servizi a loro dedicati alla povertà dell’educazione impartita all’interno delle scuole.
Il Messaggero – Medici, via il vecchio test per ottenere l’abilitazione – Al vaglio del Ministero della Salute del Miur, la proposta per snellire l’iter che porta all’abilitazione i medici neo  laureati.
La Stampa – Imbarazzano le foto di studenti nudi in mostra al Campus nel Festival Lgtb – Polemica all’Università di Bologna, dove un collettivo di studenti autorizzati dall’amministrazione accademica ha allestito una mostra con fotografie di studenti completamente nudi. Dopo le lamentele, l’amministrazione ha deciso prima di revocare l’autorizzazione, ma poi di proseguire con la mostra.
Corriere della Sera – Riparte l’acceleratore del Cern. Verso una nuova fisica – Raggiungerà una potenza mai sperimentata prima che causerà collisioni tra atomi del tutto imprevedibili. Le nuove frontiere della fisica, e della scienza in generale, potranno diventare realtà proprio in questi giorni.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tasse universitarie fuori controllo: il Consiglio di Stato condanna l'Università di Pavia a risarcire 8 mln di euro

Next Article

La Maturità dei Vip - Silvio Muccino: "Mi salvai commuovendo la commissione"

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).