La Psicopatologia al cinema

cinemaa1.jpgLa facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Padova ha trovato un modo nuovo e interessante per trattare le psicopatologie: quello di parlarne attraverso un film. La facoltà di Medicina e il dipartimento di Neuroscienze, infatti, in collaborazione con Telefono Amico Italia, hanno organizzato, per tutti i martedì di aprile, quattro proiezioni su temi inerenti alla psicopatologia.
L’iniziativa, dal titolo “Psicopatologia e cinema” è giunta quest’anno alla sua quinta edizione e proporrà in ogni appuntamento un film il cui soggetto si basa su un tema cardine della psicopatologia. Al termine del film ci sarà un dibattito sul tema in questione.
Il Cineforum inizierà il primo aprile con la proiezione del film “Omicidio a luci rosse” che tratta il tema delle fobie. Si proseguirà nei martedì successivi con i lungometraggi “Tutte le mani di Bob”, sulle ossessioni e compulsioni, e “Vestito per uccidere” che tratta il tema della personalità multipla.
L’ultima proiezione prenderà in considerazione il suicidio con il film “L’inquilino del terzo piano”.
L’appuntamento per tutta la rassegna è alle 20:30 nell’aula Morgagni del Policlinico. L’ingresso per gli studenti è gratuito. Per informazioni sulla rassegna si può contattare il coordinatore all’indirizzo e-mail [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Unisa, seminari targati MusicAteneo

Next Article

Master Inarch in Architettura Digitale

Related Posts
Leggi di più

L’Università piace sempre di meno agli adolescenti italiani: dopo la maturità solo il 63% vuole continuare a studiare

Un'indagine dell'associazione no-profit Laboratorio Adolescenza e dell'Istituto di ricerca IARD su 5600 adolescenti della fascia di età 13-19 anni svela come la voglia di iscriversi ad un corso di laurea dopo il diploma è in discesa libera. Cresce invece il desiderio di partire per l'estero alla ricerca di nuove opportunità.