Unisa, seminari targati MusicAteneo

spett-e-seminari.jpgMusica tradizionale, percussioni e proiezioni: tutto questo, e non solo, caratterizza il progetto “Antiche Tradizioni e Future Possibilità” presentato ufficialmente lunedì 7 aprile, presso il Teatro Ateneo dell’Università degli Studi di Salerno. Il progetto è accompagnato da un ciclo di seminari dal titolo “La grande tradizione della tammorriata campana”.
Entrambe le iniziative sono promosse dall’associazione MusicAteneo, un’organizzazione che promuove la musica e le culture giovanili tra gli studenti dell’ateneo salernitano, occupandosi di tutte le forme di cultura musicale, dal jazz al blues, dalla musica classica a quella etnica, fino ad arrivare alla danza. Gli spettacoli e i seminari del progetto “Antiche Tradizioni” andranno avanti nelle settimane seguenti con un appuntamento fisso ogni lunedì; ne sono previsti in tutto sei che si terranno puntualmente alle ore 16 presso il Teatro di Ateneo, fino al 13 Maggio.
Agli eventi prenderà parte gruppo MusicAteneo Percussion Ensemble, diretto dal Maestro Paolo Cimmino e di volta in volta saranno presenti ospiti esterni. Tutti coloro che sono interessati alle iniziative di Musicateneo possono, inoltre, visitare il sito dell’associazione www.musica.unisa.it

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il prof va all’estero

Next Article

La Psicopatologia al cinema

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.