La mascherina alla maturità non è più obbligatoria: domani l’ok dal Governo e poi l’invio delle circolari alle scuole

Dall’incontro di ieri tra i ministri Bianchi e Speranza è emerso il cambiamento di rotta sull’utilizzo della mascherina durante gli esami di Stato. Sarà solo raccomandata e non obbligatoria. Adesso si attende l’invio delle indicazioni alla scuole.

Raccomandata, non obbligatoria: è questo l’epilogo della telenovela sulla mascherina agli esami di maturità. La decisione, dopo l’acceso dibattito dei giorni scorsi, è stata presa ieri durante l’incontro tra i ministri della Salute e dell’Istruzione, Roberto Speranza e Patrizio Bianchi, al quale ha partecipato anche il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro.

Per l’ufficialità bisognerà aspettare però domani quando il Consiglio dei ministri metterà nero su bianco la nuova norma, a cui seguirà poi una circolare esplicativa alle scuole. La riunione tra i ministri Speranza e Bianchi, inoltre, porta avanti il percorso condiviso in vista del prossimo anno scolastico, per la riapertura della scuola a settembre in presenza e in sicurezza.

Una decisione sul caso delle mascherine durante gli esami di maturità era stata chiesta con fermezza dall’Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici (Andis), che ha contestato la precedente indicazione che demandava ai presidenti delle commissioni d’esame la scelta di far indossare o meno le mascherine. Ma su tali dispositivi di protezione le posizioni continuano ad essere diverse e vari esperti chiedono una maggiore prudenza: per il virologo Fabrizio Pregliasco, per la maturità sarebbe stato utile mantenerli durante le prove scritte. Stessa linea di prudenza per il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta, secondo cui “dovrebbero continuare ad essere indossati nei luoghi chiusi, affollati e non areati”.

LEGGI ANCHE:

Total
9
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Bologna, è scontro tra studenti e ateneo sulle lezioni in presenza

Next Article

Maturità 2022, se positivi al Covid scritto in sessione suppletiva e colloquio in videoconferenza

Related Posts
Leggi di più

Al via la quattordicesima edizione dello Young Internazional Forum. Mancano 95mila tra medici e sanitari

Da mercoledì 5 a venerdì 7 ottobre, tre giorni di evento nel segno dei giovani. Orientamento, informazioni, sessioni di ascolto e confronto, opportunità di studio e scambi, colloqui, seminari sulle materie di studio e workshop. Grazie alla piattaforma Natlive e al canale live streaming, il salone potrà essere seguito in diretta in tutta Italia.