La Fiat entra nelle università con borse di studio, car sharing e lectio magistralis

Schermata 2013-01-23 a 12.33.17

Le distanze tra le aziende e il mondo dell’università si accorciano. Ad inaugurare l’iniziativa è proprio una delle più grosse realtà italiane che sta ora rialzandosi dalla crisi. E lo fa in grande stile, premiando gli studenti meritevoli.

Servizio di car sharing gratuito, otto borse di studio da 5 mila euro, otto stage retribuiti in azienda e sconti per chi si laurea con 110 e lode presso uno degli atenei che hanno aderito al progetto “Fiat likes you”.

La Fiat e il ministero dell’Istruzione, con il patrocinio del ministero dell’Ambiente, ieri, hanno avviato la seconda fase del progetto all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

A beneficiare dell’offerta potranno essere ben 280.000 studenti.

Dopo aver coinvolto le università di Milano e Salerno, l’iniziativa farà tappa a Parma, Cosenza, Pisa e Catania.

IL SERVIZIO DI CAR SHARING

Fino ad ora, sono stati ben 1.800 gli studenti che hanno utilizzato le otto Fiat Panda e 500L offerte dal progetto Fiat likes you. Usufruirne è facile: basta entrare nel sito www.fiat.it/likesu, prenotare l’automobile e ritirarla nell’area dedicata presso l’università.

Si potrà così avere la possibilità di avere a disposizione la vettura per 24 ore, nei giorni infrasettimanali, o in alternativa per l’intero week-end.

Ancora un altro vantaggio per chi deciderà di rivolgersi al servizio di car sharing “Io guido”: le vetture possono infatti accedere alle aree a traffico limitato ed essere parcheggiate gratuitamente.

E per chi si manterrà all’interno di costi bassi, utilizzando il sistema eco-Drive, ci sarà in premio una vettura concessa in comodato d’uso per un mese e la partecipazione ad una trasmissione di MTV.
Per il Fiat Ambassador, lo studente che si occuperà di coordinare la gestione del servizio di car sharing, ci saranno poi due mila euro di retribuzione e i due migliori Ambassador saranno premiati con una Fiat in comodato d’uso per tre mesi.

BORSE DI STUDIO
La casa torinese premierà inoltre le migliori tesi di laurea aventi come oggetto argomenti legati al mondo dell’automobile con borse di studio da 5mila euro. E non solo: 8 studenti potranno ottenere stage retribuiti e lavorare in azienda.

SCONTI
Gli studenti iscritti all’anno accademico 2012/2013, avranno un finanziamento senza anticipo a tasso agevolato al 4.5% per l’acquisto di un modello della gamma Fiat.

Chi si è laureato con 110 e lode, però, potrà usufruire di un finanziamento a tasso zero e ad uno sconto che solitamente è riservato solamente ai dipendenti dell’azienda. Le promozioni, inoltre, sono tutte cumulabili.

LECTIO MAGISTRALIS
Quella della Fiat, è evidente, è un’operazione di marketing che sicuramente riceverà largo consenso, ma è anche un’operazione volta ad avvicinare il mondo del lavoro a quello universitario.
L’azienda, infatti, ha predisposto la realizzazione di otto lectio magistralis, una per ciascuno degli atenei coinvolti nel progetto, che saranno tenute da designer, ingegneri e manager.

Angela Zurzolo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Margherita Hack si candida: "Vogliamo l'abrogazione dei Patti Lateranensi"

Next Article

High School game, sfida di cultura tra 100mila studenti per una vacanza a Barcellona

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.