Calvino, Malala e Dante. Maturità 2015: è il giorno della prima prova

Maturità 2015, è il giorno tanto atteso. Sono quasi 500mila gli studenti nella prima prova dell’esame di stato. Le commissioni coinvolte sono quest’anno 12.005 ed esamineranno 24.189 classi. I candidati iscritti all’Esame sono 489.962, suddivisi in 472.000 interni e 17.962 esterni. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione all’Esame è del 95,6%. La prima prova scritta, italiano, avrà luogo mercoledì 17 giugno 2015 alle ore 8.30. La seconda prova è in calendario giovedì 18 giugno alle ore 8.30. La terza prova, diversa per ciascuna commissione, è in calendario lunedì 22 giugno alle 8.30. La commissione, nella terza prova,  tiene conto, ai fini dell’accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia CLIL (come descritte nel documento del Consiglio di classe). Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio. Quest’anno, inoltre, sono 149 gli istituti coinvolti nel progetto Esabac, per il rilascio del doppio diploma italiano e francese.
ORE 12:20 – A Roma cominciano ad uscire i primi studenti, reduci dalla prima prova. “Tracce più scorrevoli rispetto all’anno scorso. In molti, nella nostra classe hanno scelto il saggio breve” – commenta Alessandra, studentessa del quinto anno all’istituto Salvini.
ORE 10:40 – Arriva anche il commento del ministro Giannini sulle tracce della prima prova: “Spero che a maturandi siano piaciute tracce, ognuno troverà quella più adatta ad esprimere la propria capacità di elaborazione
ORE 10: 00 – Arriva il commento del premier, Matteo Renzi, che sul profilo ufficiale Twitter scrive: “Calvino, Resistenza, Malala, Mediterraneo. Sono curioso di leggere i commenti dei ragazzi quando usciranno da
ORE 9:20 – Le altre tracce:
Saggio o articolo di giornale in ambito letterario – “Letteratura come esperienza di vita”; ad ispirare i maturandi, tra i documenti proposti ci sono: tre quadri di grandissimi autori (La lettrice di romanzi, di Vincent van Gogh, 1888; La lettrice in abito viola, di Henri Matisse, 1898; Chair car, di Edward Hopper, 1965), un brano dell’Inferno di Dante (Canto V; vv, 127 – 136), brani di Jorge Luis Borges, Ezio Raimondi e Tzvetan Todorov;
 Saggio o articolo di giornale socio-economico – “Le sfide del XXI secolo e la competenza del cittadino nella vita economica e sociale”;
Saggio o articolo di giornale storico-politico – “Il Mediterraneo atlante generale politico d’europa e specchio di civiltà”
 
ORE 9:10 – Indiscrezioni sulle altre tracce: il saggio breve in ambito tecnico scientifico avrebbe per titolo “Lo sviluppo scientifico e tecnologico dell’elettronica e dell’informatica ha trasformato il mondo della comunicazione, che oggi è dominato dalla connettività. Questi rapidi e profondi mutamenti offrono vaste opportunità ma suscitano anche riflessioni critiche”.
ORE 9:05Tipologia D, tema d’attualità: un elaborato sulla storia della resistenza, ispirato dalla citazione del premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai “Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo”. Qui il discorso che ha reso la studentessa pakistana un’icona del nostro tempo.
ORE 9:00 – Cominciano a circolare le prime voci sulle prove. Per l’analisi del testo pare sia la volta di Italo Calvino, con un brano tratto dal suo primo romanzo “Il sentiero dei nidi di ragno”. Nella traccia D, invece, pare ci sia una citazione di Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace.
ORE 8:37 – Giannini: “Meno materiali da leggere per ispirarsi e commentare le tracce e più concentrazione sulle tracce che sono sicura consentiranno a tutti di trovare la loro vocazione”. Al Tg1, il ministro dell’Istruzione rassicura i maturandi. “Quest’anno si è cercato nella prova di italiano di rendere il lavoro più semplice ma anche più bello e affascinante”.
ORE 8:30 – Il ministro Giannini, in diretta al TG1, ha comunicato la password per decrittare i plichi telematici. Eccola: HIGDJIUHGLR9XC2RZ8N8UXSPD. La prima prova può cominciare.
CHrp-bMXAAAMJk5
ORE 8:00 – L’invio delle tracce avviene attraverso un plico telematico. Si tratta di ‘buste’ criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura è necessaria una password che viene resa nota solo la mattina della prova, alle ore 8:30. La password sarà diffusa domani per lo scritto di italiano alle scuole via mail, attraverso il sito del Miur, il profilo twitter @MiurSocial e il profilo Facebook Miur Social. Nel corso di tutte le prove, i commissari assicureranno la massima vigilanza. Non sarà consentito l’accesso alle scuole da parte di estranei. Prima dell’inizio delle prove agli studenti sarà richiesto di consegnare i cellulari e ogni altro apparecchio digitale in loro possesso.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Maturità: il video di Gianni Morandi per gli studenti

Next Article

Il messaggio di Giannini agli studenti: "Affrontate la prova senza frustrazioni"

Related Posts
Leggi di più

Napoli, nasce la Scuola dei Maestri di Strada

È un progetto sociale che mette alla prova il contratto fra le generazioni. L'inclusione sociale implica un cambiamento dell'intera struttura sociale", spiega Cesare Moreno, presidente di Maestri di Strada onlus.