LA CLASSIFICA – “Happy” spopola in tutte le Università del mondo: ecco i video

Happy

Happy… all’Università. Il tormentone di Pharrel Williams è sbarcato in (quasi) tutti gli Atenei italiani. Studenti, professori, personale tecnico e amministrativo, rettori, vicerettori, dirigenti: nessuno si sottrae alla mania che ha contagiato il mondo. Da Catania a Bologna, da Firenze a Napoli, fino a Milano: l’Italia è piena di studenti ballerini che si muovono sulle note della canzone. Ma la tendenza non è solo italiana: in tutto il mondo si balla: Vienna, Washington, Amsterdam, Alberta…

ECCO A VOI LA CLASSIFICA

 

CATANIA – Partiamo da Catania, dove tra una cassata e una passeggiata tra le vie del centro si balla alla grande!

 

PERUGIA – Ecco il video dall’Università per Stranieri di Perugia, dove Rettore è stato anche il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini!

 

REGGIO CALABRIA – Qui siamo all’Università della Calabria!

 

BOLOGNA – Eccoci a Bologna, dove un gruppo di studenti universitari ha “messo a ferro e fuoco” il centro città sulle note di Happy

 

FOGGIA – Qui siamo all’Università di Foggia!

 

SALERNO – Eccoci al Campus di Fisciano…

 

BASILICATA – Questo il video dell’Università della Basilicata (Unibas)

 

PARTIAMO CON LA CLASSIFICA INTERNAZIONALE!

 

VIENNA – Guardate cosa combinano all’Università di Vienna

 

WASHINGTON – Qui siamo alla Howard University…

 

CANADA – Concludiamo dall’Università di Alberta…

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Incentivi ai laboratori per far nascere nuove imprese

Next Article

Montepremi da oltre un milione di euro: ecco il Premio Gaetano Marzotto per le imprese innovative

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".