Kenya, Bolivia, El Salvador: ecco come partire con United Nations Volunteers

E’ aperto il bando per il Programma UN YOUTH VOLUNTEER PROGRAMME, rivolto a giovani laureati italiani nati dopo il 1 gennaio 1989. 
Curato da United Nations Volunteers (UNV) e finanziato della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il programma mette a disposizione 7 posizioni in diversi organismi internazionali quali UNICEF, UNDP, UNEP, UN/OHCHR, UN Women e IOM per un periodo di 12 mesi. Gli incarichi si svolgeranno nei seguenti paesi: Bolivia, El Salvador, Kenya, Senegal, Sudan e Tunisia.
Per potersi candidare è indispensabile aver conseguito il titolo di laurea specialistica o magistrale, oppure la laurea triennale ed un Master universitario, ed avere un’ottima conoscenza dell’inglese e delle eventuali lingue necessarie a ricoprire ciascuna delle posizioni.
Per conoscere nel dettaglio i 7 profili a bando e le caratteristiche professionali ed accademiche richieste è necessario leggere accuratamente le job descriptionspubblicate sul sito www.undesa.it.
I giovani interessati a candidarsi dovranno seguire attentamente le istruzioni pubblicate sul sito www.undesa.it e www.esteri.it. La scadenza per la ricezione delle candidature è fissata all’ 8 novembre 2015.
Elenco delle posizioni

Country Assignment Title Entity
Bolivia UN Youth Volunteer in Social Policy UNICEF
El Salvador UN Youth Volunteer in Poverty Reduction UNDP
Kenya UN Youth Volunteer in SDG Monitoring and Reporting UNEP / DEWA
Senegal UN Youth Volunteer in Gender equality, Humanitarian Response and Sexual and Gender-Based Violence assistance UN Women Regional Office (RO) for West and Central Africa
Sudan UN Youth Volunteer in Water, Sanitation and Hygiene IOM
Tunisia UN Youth Volunteer in Human Rights UNOHCHR
Sudan UN Youth Volunteer in Private Sector Development UNDP
Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'università fa ammalare gli studenti: 1 su 4 ha disturbi

Next Article

Legge di Stabilità, gli studenti: "Manovra iniqua, servono modifiche profonde"

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.