ItaliaCamp: esponi, ascolta

L’Università del Sannio è l’unico ateneo campano partner dei quattro BarCamp di ItaliaCamp, il progetto associativo di studenti, ricercatori, imprenditori e giovani in cerca di occupazione

Roma – Lecce – Bruxelles – Milano. Sono i quattro BarCamp di ItaliaCamp, il progetto associativo lanciato da un gruppo di studenti, ricercatori, imprenditori, professionisti e giovani in cerca di occupazione che decollerà dalla capitale il prossimo sabato 16 ottobre.
Costruire una rete progettuale, permanente e intergenerazionale è l’obiettivo prefissato per maggio 2011: una rete di persone e cose che dia nuova vita alla società civile del nostro Paese. Ma concretamente cosa intende fare? Innanzitutto contribuire attivamente alla crescita di una nuova coscienza partecipativa attraverso un nuovo modello di coinvolgimento delle persone, utilizzando la metodologia del BarCamp, individuare e sostenere la formazione di nuove leadership individuali e collettive che possano lavorare concretamente per il benessere del Paese e promuovere idee che mettano al centro il cittadino nel rispetto dei principi di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.
Sulla modello dell’Università di Stanford, ItaliaCamp mette in relazione soggetti in cui nessuno è spettatore e tutti contribuiscono alla riuscita dell’evento: “esponi la tua idea in 5minuti e ascolta quella degli altri”. Nasce così “La tua Idea per il Paese”, il concorso finalizzato a raccogliere e selezionare le idee più innovative e, nell’evento conclusivo a Palazzo Chigi si darà il via al processo di realizzazione delle idee vincitrici, mediante il loro affidamento ad apposite “unità di progetto” (Italia Units). Tra le università partner: il Politecnico di Milano, l’Università di Macerata,la Luiss Guido Carli e, unica in Campania l’Università degli Studi del Sannio.
Per avere maggiori informazioni visita il sito oppure consulta il programma.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Web designer, programmatori, sistemisti alla DigitPA

Next Article

Presente e futuro dello studio delle lingue

Related Posts
Leggi di più

Mascherine a scuola, cresce il fronte di chi vorrebbe toglierle subito: “Con questo caldo un’inutile crudeltà verso gli studenti”

Il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso (Lega) chiede al ministro Speranza di intervenire per modificare i protocolli e togliere l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione a scuola viste anche le temperature record di questi giorni. Anche le associazioni dei genitori chiedono la revoca ma gli esperti frenano: "E' ancora presto".