Italia Camp e l’impegno per le riforme costituzionali

Italia Camp

L’Associazione ItaliaCamp, network che unisce 70 università Italiane con Istituzioni e Imprese Paese, è tra gli attori (insieme a Formez PA, Poste Italiane, Ahref, Fondazione Mondo Digitale e MIUR) della 3° fase della Consultazione Pubblica sulle Riforme Costituzionali.

E’ stata presentata oggi dal Ministro per le Riforme Costituzionali Gaetano Quagliariello la terza fase della Consultazione pubblica sulle Riforme costituzionali, volta a coinvolgere ed interrogare il Paese in maniera qualitativa, oltre che quantitativa in ambito di un tema così delicato.

Alle oltre 70 Università italiane, centri di ricerca, associazioni, istituzioni e aziende partner di ItaliaCamp, verranno infatti indirizzate, a partire da ottobre, call 4 idea specifiche (legate ai contenuti della relazione della Commissione di esperti per le Riforme), al fine di ricevere in modalità crowdsourcing contributi di valore scientifico.

Le call saranno pubblicate sul portale www.italiacamp.it e i contributi dovranno essere caricati sullo stesso, in maniera spontanea. Quindi, i migliori output, selezionati tra quelli pervenuti sul portale, saranno discussi nel corso di un Barcamp per le Riforme Costituzionali, previsto a metà novembre all’interno di un contesto accademico italiano, al quale parteciperanno i proponenti (docenti, ricercatori e studenti), il Ministro per le Riforme Costituzionali, alcuni tra i rappresentanti della Commissione e gli addetti ai lavori.

Il ruolo di ItaliaCamp come apripista del dibattito costituzionale, previsto ad inizio ottobre, si sposa con il processo di innovazione sociale promosso dall’Associazione sin dal 2010. Tramite il concorso “La tua idea per il Paese” – giunto alla 3^ edizione e attualmente aperto – sul portale www.italiacamp.it sono stati caricati spontaneamente oltre 3.000 idee e progetti, i migliori sono stati oggetto di 10 barcamp organizzati in Italia e in Europa e oltre 40 sono stati realizzati grazie al supporto delle aziende e delle istituzioni partner.

ItaliaCamp – sottolinea Fabrizio Sammarco, Presidente dell’omonima Associazione – contribuirà a rendere partecipativo il dibattito costituzionale e ad utilizzare la rete come strumento abilitante, al fine di ricevere contributi di valore. Il Barcamp per le Riforme Costituzionali – continua Sammarco – rappresenta, quindi, la fusione tra virtuale e reale, per invertire la tendenza e promuovere l’innovazione costituzionale del Paese.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Studente universitario? Se doni lo sperma ti pagano 600 euro

Next Article

Test d'ingresso, primo giorno tra le polemiche: "Un sistema perverso e iniquo"

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".