Istruzione e creatività per tutti in Europa

La strategia Europa 2020 pone un forte accento sull’istruzione e la creatività quali strumenti per la competitività e la crescita culturale. Tra le iniziative previste, ERASMUS FOR ALL, nuovo volto del programma europeo per antonomasia e il programma CREATIVE EUROPE. Riportiamo di seguito alcuni stralci dell’intervento sui nuovi programmi di Androulla Vassiliou, Commissario europeo responsabile per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

“La crisi economica continua a mantenere l’Europa nella sua stretta. La disoccupazione, soprattutto la disoccupazione giovanile, ha raggiunto livelli estremamente elevati in diversi Starti membri. Contemporaneamente, l’Europa sta vivendo la transizione verso un’economia basata sulle conoscenze che comporterà per la sua forza lavoro sfide La strategia Europa 2020 pone un forte accento sull’istruzione e la creatività quali strumenti per la ripresa. Questo è il motivo per cui la Commissione intende investire, nel periodo 2014-2020, 19 miliardi di euro nell’istruzione, nella formazione, nella gioventù e nello sport. Ciò rappresenta un aumento di circa il 70% rispetto al bilancio per il 2007-2013”.

Erasmus for all

Il più noto programma dell’UE nel campo dell’istruzione è “Erasmus” che da 25 anni eroga borse agli studenti dell’istruzione superiore per consentire loro di trascorrere all’estero una parte dei loro studi o della loro formazione. È proprio in considerazione della grande visibilità del marchio Erasmus tra il pubblico che ho proposto di denominare “Erasmus per tutti” il nuovo programma di grande portata.

Nell’ambito di questo nuovo programma l’UE recherà sostegno non solo agli studenti dell’istruzione superiore ma anche a quelli della formazione professionale e ai giovani che seguono un apprendimento non formale, come ad esempio il volontariato, per consentire loro di acquisire nuove qualifiche all’estero, oltre a sostenere gli insegnanti, i formatori e i giovani lavoratori.

Grazie ad “Erasmus per tutti” il numero di coloro che beneficeranno di borse UE per andare all’estero a fini di apprendimento e di sviluppo dovrebbe quasi raddoppiare.

Il nuovo programma riserva una particolare attenzione agli studenti dell’istruzione superiore ed infatti più di 2 milioni di studenti dovrebbero beneficiarne nell’arco di sette anni. Intendiamo inoltre finanziare periodi di apprendimento all’estero per più di 700 000 studenti della formazione professionale e per circa 550 000 giovani affinché possano fare volontariato in un paese straniero o partecipare a scambi giovanili.

Gli insegnanti sono un elemento essenziale per migliorare il sistema educativo – e svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo delle abilità dei loro studenti. Questo è il motivo per cui intendiamo creare maggiori opportunità per gli insegnanti di studiare, formarsi e insegnare all’estero. Nell’ambito di “Erasmus per tutti” circa 1 milione di insegnanti, altro personale scolastico e giovani lavoratori beneficeranno di questa possibilità.

Infine, “Erasmus per tutti” sosterrà la dimensione europea dello sport nella sua dimensione di base e la lotta contro il doping, la violenza e il razzismo nello sport”.

Europa creativa

La creatività è un elemento essenziale sulla via di una nuova economia basata sulle conoscenze. Il settore creativo, compreso quello culturale, cinematografico, televisivo nonché l’industria dei videogiochi, reca un forte e crescente contributo all’economia, che corrisponde a 4,5% del PIL dell’UE e a 8,5 milioni di posti di lavoro.

Tuttavia le potenzialità di questo settore rimangono sottoutilizzate. “Europa creativa” riunirà gli attuali programmi Cultura, MEDIA e MEDIA Mundus offrendo nel contempo un sostegno e un finanziamento addizionali.

Il nuovo programma stanzierà più di 900 milioni di euro a sostegno del cinema e degli audiovisivi e quasi 500 milioni di euro per la cultura. Intendiamo inoltre stanziare più di 210 milioni di euro per un nuovo strumento di garanzia finanziaria che consentirà ai piccoli operatori di accedere a prestiti bancari per un ammontare fino a 1 miliardo di euro oltre a fornire finanziamenti per la cooperazione politica finalizzata all’innovazione.

Nel 2014 – 2020 “Europa creativa” aiuterà 300 000 artisti e operatori culturali nonché le loro opere a raggiungere un nuovo pubblico; più di 1 000 film europei e di 2 500 sale cinematografiche riceveranno un sostegno e l’UE finanzierà la traduzione di più di 5 000 libri. I progetti finanziati dal programma raggiungeranno direttamente un pubblico di 100 milioni di cittadini”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Creare la propria azienda

Next Article

Multilinguismo per una società competitiva

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).