Inviati dell’Ansa per un giorno: il contest letterario per giovani Erasmus

Un giorno da reporter della più grande agenzia giornalistica italiana: ecco il concorso letterario “Inviati dell’ANSA per un giorno – La generazione Erasmus racconta l’Europa” promosso dall’Agenzia ANSA con il supporto del Parlamento europeo.
Il contest è aperto a tutti gli studenti, di età compresa tra i 18 e 26 anni, che abbiano partecipato al programma Erasmus e trascorso un periodo di almeno 1 mese in un paese diverso da quello di provenienza. Sono esclusi dalla gara tutti i soggetti che, a qualsiasi titolo, collaborino o sino collegati all’organizzazione del Concorso.
Partecipare è semplice: basta inviare un contributo video che racconti in modo innovativo come i giovani percepiscono l’Europa, partendo dalla propria esperienza Erasmus.
Nello speifico, i servizi video devono rispettare le direttive editoriali dell’agenzia giornalistica: durata massima 3 minuti, video inediti e corredati da titolo, oltre che di nome e cognome del candidato; che non Gli elaborati non contengano nulla che possa offendere il buon gusto, la decenza o che possano incoraggiare reati, provocare disordini, offendere il pubblico o le istituzioni, provocare indebitamente la suscettibilità del pubblico, rispettino le religioni e qualsiasi tipo di credo religioso e i principi vigenti in materia privacy
I premi previsti per i 3 vincitori (ossia per i primi tre classificati) sono: la pubblicazione dell’elaborato all’interno di uno speciale web dedicato al concorso e ai suoi vincitori con visibilità nella home page di ansa.it; l’inserimento dei loro nominativi in una lista di giovani che saranno proposti al Parlamento Europeo per una visita al Parlamento Europeo a Strasburgo, con partenza da Milano.
Scadenza per partecipare al concorso è fissata al 15 aprile 2016. Gli elaborati dovranno essere inviati via email all’indirizzo [email protected] Maggiori informazioni sul sito dell’agnzia Ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giurisprudenza, in arrivo i corsi a numero chiuso per accedere alla professione forense. Scoppia la polemica tra gli studenti

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 30 marzo

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.