Inviati dell’Ansa per un giorno: il contest letterario per giovani Erasmus

Un giorno da reporter della più grande agenzia giornalistica italiana: ecco il concorso letterario “Inviati dell’ANSA per un giorno – La generazione Erasmus racconta l’Europa” promosso dall’Agenzia ANSA con il supporto del Parlamento europeo.
Il contest è aperto a tutti gli studenti, di età compresa tra i 18 e 26 anni, che abbiano partecipato al programma Erasmus e trascorso un periodo di almeno 1 mese in un paese diverso da quello di provenienza. Sono esclusi dalla gara tutti i soggetti che, a qualsiasi titolo, collaborino o sino collegati all’organizzazione del Concorso.
Partecipare è semplice: basta inviare un contributo video che racconti in modo innovativo come i giovani percepiscono l’Europa, partendo dalla propria esperienza Erasmus.
Nello speifico, i servizi video devono rispettare le direttive editoriali dell’agenzia giornalistica: durata massima 3 minuti, video inediti e corredati da titolo, oltre che di nome e cognome del candidato; che non Gli elaborati non contengano nulla che possa offendere il buon gusto, la decenza o che possano incoraggiare reati, provocare disordini, offendere il pubblico o le istituzioni, provocare indebitamente la suscettibilità del pubblico, rispettino le religioni e qualsiasi tipo di credo religioso e i principi vigenti in materia privacy
I premi previsti per i 3 vincitori (ossia per i primi tre classificati) sono: la pubblicazione dell’elaborato all’interno di uno speciale web dedicato al concorso e ai suoi vincitori con visibilità nella home page di ansa.it; l’inserimento dei loro nominativi in una lista di giovani che saranno proposti al Parlamento Europeo per una visita al Parlamento Europeo a Strasburgo, con partenza da Milano.
Scadenza per partecipare al concorso è fissata al 15 aprile 2016. Gli elaborati dovranno essere inviati via email all’indirizzo [email protected] Maggiori informazioni sul sito dell’agnzia Ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giurisprudenza, in arrivo i corsi a numero chiuso per accedere alla professione forense. Scoppia la polemica tra gli studenti

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 30 marzo

Related Posts