Invalsi, oggi il test di italiano nelle scuole elementari

Gli alunni delle classi quinta e seconda elementare sono impegnati oggi, lunedì 6 maggio, con le prove Invalsi di italiano. Gli studenti all’ultimo anno della scuola primaria hanno già affrontato il 3 maggio il test di inglese mentre domani, 7 maggio, sia le quinte che le seconde classi si confronteranno con lo scritto di matematica. Le prove Invalsi sono redatte dall’omonimo istituto per monitorare il livello delle conoscenze tra gli studenti di tutta Italia.
La prova di italiano è cartacea ed è così articolata: per le seconde elementari 45 minuti (più 15 minuti di tempo extra per allievi disabili o con DSA) a cui si aggiunge per alcune classi campione una prova di lettura di pochi minuti. Le quinte elementari hanno invece a disposizione 75 minuti (più 15 minuti di tempo aggiuntivo per allievi disabili o con DSA) oltre a 10 minuti per rispondere ai quesiti del questionario studente.
La prova inizia alle ore 9 per le seconde elementari e alle 10.15 per le quinte elementari. La correzione della prova di italiano, in base a quanto stabilito dal dirigente scolastico, può avvenire o il pomeriggio stesso o dopo la prova di matematica di domani.
In questa giornata si svolge anche il test Invalsi anche per alcune classi delle superiori. Infatti, fino al 18 maggio, le classi seconde “non campione” svolgeranno al computer prove di italiano e matematica; i ragazzi delle “classi campione” le eseguiranno invece da martedì 7 maggio fino al 10.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La figlia viene sospesa da scuola e lei picchia la vicepreside

Next Article

Istat: 4 studenti delle medie su 10 hanno scarse competenze alfabetiche, uno su tre insufficiente in matematica

Related Posts
Leggi di più

Seggi elettorali, Cittadinanzattiva: “L’88% ancora nelle aule. E la maggior parte dei comuni non vuole spostarli”. L’appello

Le amministrazioni che hanno deciso di continuare a votare nelle scuole lo fanno per diversi motivi. In primis, la mancanza di luoghi pubblici o privati aventi le caratteristiche richieste. Cioè: senza barriere architettoniche, con servizi igienici e spazi per alloggiare le forze dell'ordine e in prossimità dell’elettorato resident