Incentivi alle aziende per l’assunzione di giovani disoccupati

Nella bozza del decreto sviluppo del governo si prevedono incentivi per i datori di lavoro che assumono giovani disoccupati.

La bozza del decreto sviluppo che il governo sta discutendo in questi giorni di fine ottobre particolarmente caldo,  prevede incentivi per le aziende che assumono giovani disoccupati.

Per i datori di lavoro privati che assumono negli anni 2012 e 2013, senza esserne tenuti, giovani sotto i 25 anni disoccupati da almeno 6 mesi o sotto i 35 anni disoccupati da almeno 12 mesi, la quota di contribuzione a carico del datore di lavoro è, per i primi trentasei mesi, quella prevista per gli apprendisti.

La misutra potrebbe coinvolgere un numero di lavoratori sui 90.000 (al netto di quelli già agevolati in altre forme).

Per i contratti di apprendistato iniziati negli anni 2012 e 2013 la quota di contribuzione a carico del datore di lavoro è azzerata fino alla fine del periodo di apprendistato. Potrebbe coinvolgere un numero di pari a 160.000 il primo anno e 224.000 il secondo anno.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Control System and Telecom Engineer

Next Article

Benincasa, al via proiezioni e letture giuridiche

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.