IL DOCUMENTO UFFICIALE – Ecco tutte le risposte al Test di Architettura

test architettura

RISPOSTE AL TEST DI ARCHITETTURA – “Fattibile, non troppo complicato”, “La parte di Storia era molto semplice, quella di matematica un po’ meno”- commentano così gli studenti il test di Architettura appena concluso. Nella giornata di ieri, così come accaduto per Medicina e Veterinaria, il MIUR ha subito diffuso il compito ufficiale, con domande e risposte esatte.

Nessuna disperazione in corso e, almeno per il momento, nessuna protesta riguardante eventuali errori del Miur (come invece è accaduto per la domanda 32 del Test di Medicina e Chirurgia, ormai un vero e proprio caso mediatico). A prevalere è, come si legge, un clima piuttosto rilassato, almeno sui social network. A far tribolare gli aspiranti architetti sembra essere stata soprattutto la sezione dedicata alla cultura generale mentre le domande di storia non si sono rivelate poi così complicate (anche se qualcuno cinguetta accorato alla ricerca della data esatta della battaglia di Lipsia).

Un brano sull’architettura cinese, uno sulla decadenza moderna, una domanda sulla Costituzione italiana, una sull’art nouveau e una sulla Primavera Araba. Volete confrontarvi? Ecco il documento ufficiale del MIUR: tutte le risposte esatte corrispondono alla lettera A.

SCARICA IL DOCUMENTO

 

ECCO LE RISPOSTE UFFICIALI AL TEST DI VETERINARIA 

ECCO LE RISPOSTE UFFICIALI AL TEST DI MEDICINA 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gli insegnanti entrano gratis nei musei italiani: ecco il modulo ufficiale

Next Article

Giannini: nuovo bonus ricerca da 600 milioni

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.