I ricercatori brillanti volano a Boston

Lo scopo dei programmi Armenise-Harvard è quello di sostenere scienziati italiani dotati di particolari capacità, di contribuire alla creazione di nuove aree di ricerca nel settore delle scienze biologiche in Italia e di favorire più profondi rapporti di collaborazione tra gli scienziati italiani e la Harvard Medical School di Boston (HMS).
ARMENISE-HARVARD CAREER DEVELOPMENT AWARDS
Il finanziamento per il perfezionamento della carriera è offerto al fine di sostenere scienziati con particolari capacità, permettendo loro di apportare contributi significativi ai propri settori di ricerca in Italia. Il programma avrà inizio il 1° Luglio 2009 e garantirà dai 3 ai 5 anni di sostegno a scienziati resisi recentemente indipendenti presso istituti ospitanti autorizzati in Italia. I candidati devono:
• essere giovani scienziati emergenti con provate abilità produttive e con la capacità di operare come ricercatori indipendenti. Eventuale esperienza di lavoro con o presso la HMS può essere un vantaggio ma non è essenziale;
• avere un minimo di 3 anni di esperienza di ricerca post-dottorato in scienze biologiche di base e non più di 10 anni dal dottorato;
• essere ricercatori attualmente non residenti in Italia che desiderano entrare a far parte della comunità di ricercatori italiani;
• possedere un accordo per lo sviluppo di una nuova area di ricerca presso un istituto ospitante idoneo in Italia;
• non avere un contratto preesistente con un istituto ospitante in Italia.

Il “Career Development Award” ammonta a 200.000 dollari per anno e comprende un compenso commisurato alla posizione occupata presso l’istituto ospitante
, gli stipendi per gli altri membri coinvolti nel programma di ricerca indicato e i fondi annuali per le apparecchiature/infrastrutture.
Termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 15 Luglio 2008.
Ulteriori informazioni e i moduli di candidatura per tutti i programmi sono disponibili all’indirizzo https://www.hms.harvard.edu/armenise

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Italiano, ancora poesia con Montale

Next Article

P&G offre stage nel legale, marketing e finanza

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.