I dieci sintomi per scoprire se sei malato di Ruzzle

Schermata 2013-01-25 a 10.40.38

La Ruzzle-mania è nata da poco ma ha già mietuto le sue prime vittime. Vuoi sapere se sei tra loro?
Ecco la cartella clinica del perfetto ‘Ruzzle addicted’, stilata da Panorama.

1. Ogni occasione è buona per fare una partita
Ruzzle ormai si è insidiato in ogni angolo della tua vita e non hai più un attimo di privacy. Nemmeno in bagno. Due minuti per una manche e sei per una partita intera: non chiedi altro. Stai imparando a dilatare il tempo e a trovare il tempo per una partita anche tra un respiro e l’altro.

2. Vedi parole ovunque
Ti bastano poche lettere per costruire con la mente parole improbabili. Il sintomo più comune della sindrome è la visione notturna di lemmi. Prima di addormentarti, nel buio della notte, ti appaiono delle lettere di fronte. Riesci a scorgere parole in movimento in qualsiasi spazio fisico dotato di lettere.

3. I tuoi migliori amici sono tra quelli di Ruzzle
Sfidi tutti, anche gli amici di Facebook e Twitter che non hai mai considerato. I tuoi confidenti ormai li selezioni solo tra i player che hai scelto per le partite più calde.

4. Sei diventato il mago degli anagrammi
Combinazioni, anagrammi, giochetti di parole: sei diventato un esperto.

5. Cerchi monosillabi improbabili
L’imperativo è cercare qualsiasi lettera che possa formare una sillaba. Tutto fa brodo: articoli, preposizioni, congiunzioni, sigle. Finisci puntualmente per trovare combinazioni folli, come FZ.

6. Hai il dono dell’ubiquità.
Sei capace di sfidare persino dieci amici contemporaneamente.

7. Sei convinto che plurali mai esistiti possano essere validi
Ecco il parolone e poi lo “declini” dal singolare al plurale, o dal femminile al maschile. Ginnasia, piedo, telefone, sono diventate parole valide per te.

8. Componi falsi accrescitivi (e vezzeggiativi)
Accrescitivi e vezzeggiativi stanno entrando a fare parte della tua lingua quotidiana.

9. Paroloni?
Ogni trucco è lecito. Anche le parolacce sono consentite.

10. Mai darsi per vinto (e rivinto)
Rivincita, rivincita, rivincita. La tua ossessione è tornare a vincere… Ma perdi puntualmente. I tuoi conoscenti iniziano ad evitarti. Stai tranquillo, è solo che non comprendono ancora come si possa diventare patologici.

Presto la Ruzzle mania colpirà anche loro.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Gli scienziati ci leggono nel pensiero

Next Article

Un tirocinio? Just do it

Related Posts
Leggi di più

Sfide estreme per registrare i video su TikTok: due ragazzi ricoverati in ospedale in gravi condizioni

Due giovani di 14 e 17 anni sono finiti in ospedale dopo aver cercato di portare a termine dei "TikTok Challenge". Il primo ha provato ad incendiare il tavolo di casa ma è rimasto ustionato, l'altro è salito sul vagone di un treno ma è rimasto folgorato da un cavo dell'alta tensione. Il social network si difende: "Rimuoveremo i contenuti che violano la nostra policy".