Home Shopping, tirocini in diretta

Schermata 2013-05-24 a 11.36.18

Da HSE24 tante opportunità per l’inserimento presso gli studi televisivi e non solo

Ci sarete capitati facendo zapping, tra i tanti canali del digitale terrestre. HSE24 è un canale televisivo che trasmette a tutte le ore del giorno secondo il modello dell’Home Shopping.

Con sede a Roma, la società offre interessanti opportunità a giovani stagisti.

La maggior parte delle posizioni di tirocinio attualmente aperte sono finalizzate all’inserimento dei ragazzi all’interno degli studi televisivi.

Si cerca un Assistente Scenografo che abbia svolto studi tecnici di scenografia/visual marketing; c’è bisogno di un Assistente Producer con studi tecnici e/o universitari nel settore televisivo; opportunità anche per lo Stage TV Operations in possesso di diploma presso istituti tecnici – specializzazioni informatiche.

Al momento è possibile candidarsi anche per lo Stage WEB Shop rivolto ad un laureato in comunicazione/web marketing/marketing e lo Stage Merchandising per una persona che abbia una laurea specialistica in economia o altro indirizzo affine (voto di laurea pari o superiore a 105/110 ed età massima 27 anni).

Tutti i profili ricercati e le modalità di invio dei curricula le trovare qui:

www.hse24.it/profili-ricercati-2

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il gatto che si lascia accarezzare solo con l'aspirapolvere

Next Article

Fondi pubblici alle scuole private, a Bologna il referendum dice "no"

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.