Goku, Calimero, Pollon e Sailor Moon si candidano a Caserta: ma è solo un esperimento sociale

“Volevamo solo dimostrare che, nel caos comunicativo a cui siamo continuamente esposti, con una giusta strategia di marketing sia ancora possibile stupire, meravigliare”

Degli strani e buffi manifesti quelli che sono apparsi per le strade di Caserta. I volti dei politici sono infatti stati sostituiti da quelli dei personaggi dei cartoni animati degli anni ’90. Su tutti nessuna informazione ma una sola scritta: Vota Orazio.

Calimero versione Salvini, Goku versione Greta Thunberg sono i candidati del Partito Animato con Orazio Presidente a Caserta.

Le foto, diffuse su Facebook dalla pagina ‘IntrahTtenimento 2.0’, hanno fatto presto il giro del web. Candidati infatti sono l’indipendente Sailor Moon (“Libera, forte, coraggiosa”), l’alternativa Pollon (“Serve a darti l’allegria”), l’ambientalista Goku (“Salviamo il nostro pianeta”), il leghista Calimero (“Prima gli italiani”) e la seguace della Meloni, Lady Oscar (“Genitore 1, genitore 2”).

Nessun candidato si è però impossessato delle immagini dei personaggi dei cartoni animati. Infatti Orazio fa parte di un partito inventato, quello animato. Come si legge sul sito Votaorazio.it:

“Ciao visitatore! Se sei arrivato fin qui probabilmente sei un nostalgico dei cartoni animati anni ’90 o sei un tipo molto curioso, che non si ferma alle apparenze. Ci tenevamo innanzitutto a dirti grazie per aver preso parte al nostro piccolo esperimento.

Volevamo solo dimostrare che, nel caos comunicativo a cui siamo continuamente esposti, con una giusta strategia di marketing sia ancora possibile stupire, meravigliare, far parlare di sé e perché no… strappare un sorriso! N.B.: Nessun candidato è stato maltrattato per questa campagna”

vesuviolive

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ritorno a scuola, congedi straordinari per lavoratori con figli under 14 in quarantena

Next Article

Regione Piemonte MIBACT: bando 20 Custodi, Addetti Vigilanza e Accoglienza

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale