Giovani, tante opportunità nel settore agricolo

giovani agricoltori

Opportunità nel settore agricolo Nel 2013 l’occupazione giovanile è aumentata del 9%, mentre le imprese guidate da under 30 sono cresciute del 4,2%. Un sondaggio rivela che i ragazzi preferirebbero lavorare in agriturismo piuttosto che in banca

Le opportunità di lavoro per i giovani ci sono, e vengono dal settore agricolo. A dimostrarlo i dati sull’occupazione under 35 per quel che riguarda l’agricoltura che ha fatto registrare nel 2013 un aumento del 9%.

“Fare agricoltura deve essere figo”, ha commentato Nunzia De Girolamo, Ministro delle politiche agricole, durante l’ultima assemblea di Coldiretti.

E i numeri sembrano darle ragione: nell’ultimo anno, infatti, le imprese guidate da ragazzi e ragazze sotto i trent’anni sono aumentate del 4,2%, un dato ch non trova riscontri in nessun altro settore dell’industria italiana.

Sempre più giovani sognano un lavoro a contatto con la natura, anche a scapito di mestieri ben più blasonati. Basti pensare che secondo un sondaggio condotto da Coldiretti – Swg, quasi la metà dei ragazzi italiani preferirebbe lavorare in un agriturismo piuttosto che in un ufficio di banca.

Per avviare un’attività agricola serve comunque preparazione. Per questo un diploma da perito e la laurea in Agraria sono requisiti importanti, ma non esclusivi. Molte Regioni propongono corsi di formazione specifici, che servono anche a ottenere qualifiche utili a fini fiscali.

Molte associazioni del settore, poi, come Confagricoltura, Cia e la stessa Coldiretti, offrono servizi di consulenza tecnica e giuridico – finanziaria a chi vuole aprire un’azienda, mentre per i finanziamenti diverse banche concedono prestiti agevolati in collaborazione con Creditagri.

La strada per diventare imprenditori agricoli c’è, quindi, anche se non mancano le difficoltà: l’investimento iniziale, tra macchinari e affitti, si aggira intorno ai 500mila euro e i tempi per regolare tutte le pratiche burocratiche sono difficilmente inferiori ai 6 mesi.

“Serve coraggio, però la soddisfazione è enorme” ha dichiarato Maria Letizia Gardoni, una giovane imprenditrice di Ancona intervenuta all’assemblea Coldiretti, che a soli 22 anni è riuscita ad aprire la sua impresa di coltivazioni macrobiotiche.

Un mondo, quello agricolo, tutto da riscoprire, magari proprio in questi giorni, rispondendo ai tanti annunci delle aziende che tra agosto e settembre cercano forze fresche per i tradizionali lavori stagionali.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Niente borse di studio agli studenti turchi che manifestano

Next Article

Spike Lee: i cento film per diventare cineasti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.