Giovani Pd per l'Erasmus Universale

erasmusuniversale.png«L’Europa, in un momento di difficoltà così grave, deve puntare sui giovani, il proprio futuro». Queste le parole di Massimo D’Alema che ieri a Bologna ha firmato l’appello, sostenuto dai giovani del Pd, a favore di «un Erasmus Universale». In occasione della conferenza su Scuola, Ricerca e Università, nel quadro della tre giorni di mobilitazione del Pd sulla crisi economica, l’esponente del Partito Democratico ha spiegato come l’investire su «innovazione, ricerca e soprattutto formazione, in una dimensione europea. sia l’unico modo per affrontare la crisi in atto».
La spesa e l’impresa. Nell’appello, sostenuto dai giovani del Pd, a favore di «un Erasmus Universale», si sottolinea l’importanza di spendere meglio i soldi dell’Unione Europea, informare meglio, semplificare le procedure. Il promotore dell’iniziativa, Giacomo Filibeck, presidente dei giovani del Pes, sottolinea come sia necessario «vivere un’esperienza europea sulla propria pelle per credere nel progetto d’integrazione europeo. Vivere, viaggiare, lavorare e studiare in Europa – spiega Filibeck – è il modo migliore per far crescere l’Europa».
A giudizio di Gianni Pittella, capodelegazione al Parlamento Europeo, «sarebbe possibile, se le Istituzioni lo volessero, portare già dal prossimo anno a più di un milione la quota dei giovani che partecipano all’Erasmus».

Manuel Massimo

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L’amore ai tempi del noir

Next Article

Animatori si diventa con Your Friends

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.