Giornalismo: nuovi strumenti e regole per raccontare la notizia

Nuovi bisogni informativi e trasformazioni scandite dall’innovazione tecnologica: la sfida.

Presso la Sala degli Angeli dell’ Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, si discute delle nuove frontiere del giornalismo. Il Forum, organizzato dalla Scuola di Giornalismo, prende avvio dai temi di riflessione offerti dal libro di Mario Morcellini “Neogiornalismo. Tra crisi e rete, come cambia il sistema dell’informazione” (Mondadori Editore) e dal libro di Sandro Petrone “Il linguaggio delle news. Strumenti e regole del giornalismo televisivo” (Rizzoli Etas).

Dai due volumi emerge come la professione del giornalista ha subito negli ultimi anni una profonda trasformazione. Agli addetti ai lavori si richiedono sempre più competenze tecnologiche e multimediali. La società sembra cambiare più velocemente dei giornali, e i professionisti della comunicazione rischiano di mancare l’appuntamento con le aspettative dei lettori multimediali. La sfida a cui oggi è, dunque, chiamato a rispondere il giornalismo è quella di sapersi adeguare ai nuovi bisogni informativi del pubblico e adattare i suoi codici comunicativi alle trasformazioni scandite dall’innovazione tecnologica.

Prenderanno parte all’incontro, insieme agli autori, Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa e Condirettore della Scuola di Giornalismo, Paolo Scandaletti, direttore di “Desk”, la rivista di cultura e ricerca della comunicazione e Mihaela Gavrila, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Roma “La Sapienza”, che coordinerà il dibattito.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Premio stellare della Commissione Europea

Next Article

Miur, sito fuori uso. Ostacolata la consultazione on line

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".