Giorgia Meloni premier incaricata senza riserva: la lista dei ministri. Bernini all’Università, Valditara all’Istruzione

Giorgia Meloni ha ricevuto l’incarico di formare il nuovo governo dal capo dello Stato. Domani alle 10 il giuramento del nuovo esecutivo

La premier incaricata dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, Giorgia Meloni ha annunciato la lista dei ministri del suo governo dopo aver accettato l’incarico, senza riserva, di formare il nuovo governo. Era già successo due volte con il terzo governo Berlusconi nel 2008 e con il governo Conte I nel 2018. In questo caso il premier ha già fatto gli accordi per la lista dei ministri. Domani alle 10 è previsto il giuramento al Quirinale.

I ministri

Ministri con portafoglio: Antonio Tajani, ministro degli Esteri e vicepremier, Matteo Piantedosi, ministro degli Interni, Carlo Nordio, ministro della Giustizia, Guido Crosetto, ministro della Difesa, Giancarlo Giorgetti, ministro delle Finanze, Alberto Urso, ministro dello Sviluppo economico e made in Italy, Francesco Lollobrigida, ministro dell’Agricoltura e sovranità alimentare, Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Ambiente e energia, Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e vicepremier, Marina Calderone, ministro del Lavoro, Giuseppe Valditara, ministro dell’Istruzione, Annamaria Bernini, ministro dell’Università e Ricerca, Gennaro Sangiuliano, ministro della Cultura, Orazio Schillaci, ministro della Salute, Daniela Santanchè, ministro del Turismo, Alfredo Mantovano, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.

Ministri senza portafoglio: Luca Ciriani, ministro per i Rapporti con il parlamento, Paolo Zabgrillo, ministro per la Pubblica amministrazione, Roberto Calderoli, ministro Regioni e Autonomie, Sebastiano Musumeci, ministro per il Mare e il Sud, Raffaele Fitto, ministro per gli Affari europei, Andrea Abodi, ministro per lo Sport, Eugenia Roccella, ministra per la Famiglia, Natalità e pari opportunità, Alessandra Locatelli, ministra per la disabilità, Elisabetta Casellati, ministro per le Riforme istituzionali.

L’incarico

L’onorevole Giorgia Meloni ha accettato senza riserva l’incarico conferitole dal capo dello Stato per formare il nuovo governo. Nella mattinata il nome della futura premier era stato indicato dalla coalizione del centrodestra dopo le consultazioni al Colle. Il giuramento avrà luogo al Quirinale alle ore 10 di sabato 22 ottobre. L’annuncio è stato comunicato, come da prassi, nel corridoio ‘alla Vetrata’, di fronte a cronisti e fotografi dal segretario generale della presidenza della Repubblica Ugo Zampetti.

Meloni aveva la possibilità di accettare l’incarico con riserva (ossia prendersi del tempo per consultare gli alleati per definire con loro gli ultimi dettagli sulla lista dei ministri) o senza riserva (quindi arrivare da Mattarella con la lista dei ministri già pronta e da sottoporre al Colle). Presentata anche la lista dei ministri. Giorgia Meloni, 45 anni, nata a Roma, è la prima premier donna a ottenere il ruolo nel 68esimo governo dalla proclamazione della Repubblica.

Leggi anche:

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Il ministro per i Giovani e lo Sport ha 62anni: ecco chi è il manager Andrea Abodi

Next Article

Orazio Schillaci, nuovo ministro alla Salute è l'attuale rettore dell'Università Tor Vergata

Related Posts
Leggi di più

Regalo di Natale al ministro Valditara: 500mila euro in più per il suo staff grazie ai tagli alla didattica

Un emendamento presentato dall'ex sottosegretario Rossano Sasso stanzia ulteriori 480mila euro per consulenti e collaboratori del Ministero dell'Istruzione. Soldi che verranno prelevati dal fondo per la didattica previsto dalla legge sulla Buona Scuola del 2015. Le opposizioni gridano allo scandalo ma da Viale Trastevere provano a gettare acqua sul fuoco: "Spese in linea con gli anni precedenti".