Fornero: “Il mio operato? Lascio che siano i giovani a giudicare”

“Sono fiduciosa che quello che è stato intrapreso non verrà cancellato e che il prossimo Governo, qualunque esso sia, continuerà sulla strada difficile delle riforme strutturali”. Lo ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero. Il ministro è a New York, dove ha oggi una serie di incontri alle Nazioni Unite sul tema delle mutilazioni genitali femminili e a Wall Street, dove vedrà tra l’altro l’amministratore delegato del Nyse Duncan Niederauer e i rappresentanti di alcune aziende italiane.

“A Wall Street parlerò delle riforme messe in atto in Italia, che sta diventando un Paese noi speriamo appetibile per gli investitori stranieri”, ha detto ancora Fornero.

Poi, rispetto all’ennesima minaccia subito dai suoi familiari (nei giorni scorsi era stata recapitata alla figlia del ministro un chiaro messaggio intimidatorio), il Ministro ha affermato: “Il momento piu’ difficile da un punto di vista personale durante l’esperienza di Governo “e’ stato quando se la sono presa con i miei figli, le minacce ai famigliari sono un elemento di barbarie. Non credo di meritare le minacce, ho lavorato con onesta’ intellettuale e credo di potere dire anche con un po’ di competenza. Sull’operato come ministro “non do un voto” – ha aggiunto – saranno i giovani a farlo”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Molesta una bambina, scoperto insegnante di inglese

Next Article

Come si diventa agente segreto? Arrivano i corsi specializzati nelle Università

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass. 
Leggi di più

Processo Regeni, blocco per “avvisare gli accusati delle imputazioni”

La palla ripassa al gup. Gli imputati irreperibili non hanno comunicato il domicilio e non possono essere così avvisati delle imputazioni. Nuova rogatoria avviata per le ricerce, la famiglia alla stampa: "Scrivete i loro nomi ovunque perché non possano sostenere di non sapere"