Finge di sparare ad un compagno, bimbo sospeso da scuola

La fobia per le armi ormai si è diffusa in tutta l’America. Un bambino di sei anni è stato sospeso per un giorno da scuola nel Maryland per aver puntato il dito, come se fosse una pistola, e “sparato” contro un suo compagno di classe.

La scuola elementare pubblica di Silver Spring, dove il bambino frequenta la prima, ha motivato la decisione, presa lo scorso 21 dicembre, affermando che il piccolo aveva minacciato «di sparare un altro scolaro».

Motivazione che viene contestata dai genitori del piccolo che hanno fatto ricorso contro la sospensione, chiedendo che il provvedimento disciplinare non rimanga agli atti, affermando che il bambino «non aveva intenzione di sparare a nessuno» ma «stava solo giocando», come ha detto l’avvocato della famiglia Robin Ficker.

L’avvocato ha fatto direttamente riferimento ad una reazione esagerata da parte dei responsabili della scuola al clima che si è determinato nel paese dopo la strage della scuola elementare Sandy Hook a Newtown. «Hanno interpretato nel modo peggiore possibile le azioni di questo bambino» ha detto Ficker dicendo che questa sospensione rischia di costituire un’ipoteca negativa sul futuro scolastico del bambino.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Se lo stipendio è basso, si rischia l'ipertensione

Next Article

Tra i disoccupati aumenta il consumo di droga

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.