Falsifica libretto universitario: studentessa a processo

falsifica libretto universitario

Falsifica libretto universitario: studentessa a processo. Quattro esami: due trenta, un ventotto e persino un trenta e lode; peccato che la ragazza non ne avesse sostenuto nemmeno uno. Accusata di falsità ideologica e materiale, la ragazza dovrà ora rispondere del suo operato davanti al Giudice del Tribunale monocratico di Roma.

I fatti risalgono al 2007; la vicenda è stata scoperta quando la studentessa, iscritta alla seconda facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università La Sapienza, avrebbe inoltrato la sua domanda di laurea alla segreteria di facoltà. Scattati i controlli, gli addetti hanno scoperto l’illecito: all’appello mancavano quattro esami essenziali per ottenere il titolo. Sul libretto presentato dalla ragazza, tuttavia, le prove risultavano sostenute: la studentessa, infatti, aveva falsificato le firme dei quattro professori.

Una scorrettezza che è costata, oltre al rinvio a giudizio, anche l’invalidamento dei 19 esami effettivamente sostenuti dalla ragazza: le quattro prove falsificate, infatti, erano relative ad altrettanti corsi propedeutici, senza superare i quali è impossibile accedere agli esami successivi.

Insieme alla studentessa, andranno alla sbarra anche il direttore e il preside della facoltà, entrambi accusati di omessa denuncia. La ragazza, intanto, ha ripetuto il percorso accademico dal principio, si spera, stavolta, senza aggirarne nessun passaggio.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Indagine Isfol - C'è posto per 6 super-tecnici su 10

Next Article

Bologna, ancora blocchi all'Università. Esami in strada e lezioni all'aperto

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.