Drunkorexia, la moda delle studentesse americane

E’ la nuova “moda” targata USA e sta già dilagando tra le universitarie americane e canadesi. Si chiama “drunkorexia” e consiste nel saltare i pasti pur di assumere calorie attraverso i super alcolici. Non importa se a pranzo, fuori dall’aula o a cena, l’importante è bere.

E’ la nuova “moda” targata USA e sta già dilagando tra le universitarie americane e canadesi. Si chiama “drunkorexia” e consiste nel saltare i pasti pur di assumere calorie attraverso i super alcolici. Non importa se a pranzo, fuori dall’aula o a cena, l’importante è bere.

Il fenomeno sta seriamente preoccupando gli esperti poiché nasce da una voglia incontrollata di restare magrissime ma non rinunciare alle grandi bevute. Il 16% delle giovani universitarie ha risposto ad un sondaggio affermando che spesso salta i pasti per poter bere in quantità e soprattutto non spendere soldi in cibo così da averne per gli alcolici.

“Oltre a deprivare il cervello di un’adeguata nutrizione – spiega Victoria Osborne, docente dell’Università del Missouri – questo comportamento delle ragazze può provocare problemi cognitivi a breve e a lungo termine, difficoltà a concentrarsi e a prendere decisioni”.

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

Idee contro la crisi: mamma e figlia in azienda

Next Article

Diritto allo studio: il commento di Flora Frate

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.