Docenti, è allarme graduatorie

ssis.jpgChe qualcosa di strano vi fosse nella finanziaria 2007 a proposito di SSIS e reclutamento docenti era chiaro, ma che così, di punto in bianco, si decidesse di fermare le Scuole di Specializzazione all’Insegnamento con un emendamento di tre righe, è davvero un fulmine a ciel sereno.
Il governo Prodi trasformò le graduatorie permanenti, quelle per intenderci dove confluivano gli abilitati SSIS, in graduatorie ad esaurimento bloccandone l’accesso perché era alquanto singolare che lo stato “sfornasse” dodicimila docenti all’anno a fronte di un inadeguato numero di cattedre a disposizione costringendo pure ad una precarizzazione del lavoro quasi a vita.
“Bene” direte voi, “dov’è la fregatura?”. La fregatura stava nel non aver predisposto il contestuale blocco delle SSIS che stanno ancora formando docenti i quali, a oggi, non troveranno posto nelle graduatorie. Presto detto e Mariastella Gelmini, neoministro all’Istruzione Università e Ricerca Scientifica classe ’73, ha presentato un emendamento al DL Tremonti 112 del 25 giugno, quello più noto per le nuove norme sulle assenze per malattie nel pubblico impiego, in discussione alla Camera che blocca il decimo ciclo SSIS già bandito dal Ministro Mussi prima che finisse il suo mandato al MIUR.
Sia chiaro, l’emendamento dovrà essere approvato anche dal Senato ma vista la rapidità con cui la Camera si è espressa, grazie ai numeri della maggioranza, è difficile pensare a colpi di mano di Palazzo Madama. Dunque ecco il punto della situazione: è attualmente vigente un DM del MIUR, a firma Mussi, che bandisce il X ciclo SSIS le cui prove dovrebbero tenersi a settembre ’08; il 16 luglio ’08 la Camera ha approvato un emendamento proposto dal Governo Berlusconi su indicazione del Ministro Gelmini che ne blocca l’efficacia, ora l’altro ramo del parlamento dovrà confermare tale orientamento e solo allora, roba di pochi giorni, al MIUR non toccherà altro che emanare un nuovo DM per annullare la procedura concorsuale.
È chiaro che le ricadute di tutto ciò saranno sulle spalle delle università che vedranno andare in fumo la torta da 17 milioni di euro delle tasse SSIS. E per formare i nuovi docenti? È allo studio un nuovo meccanismo di reclutamento che dovrebbe essere incluso in un DM del MIUR da promulgarsi entro il 25 giugno ’09.
I ragazzi che frequentano il IX ciclo SSIS, stando alla normativa attuale, non possono iscriversi nelle graduatorie ad esaurimento. Ma niente paura: sempre nella giornata del 16 luglio è stato approvato dalla Camera un ordine del giorno che impegna il governo a provvedere all’inclusione di questi futuri prof nelle graduatorie, presumibilmente nell’aprile ‘09. Buona fortuna.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Universitari tanti, laureati pochi

Next Article

Se la riforma arriva per decreto

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".
Leggi di più

Alla maturità vince il mondo iperconnesso, Pascoli scelto da pochissimi. Oggi al via la seconda prova scritta

Il 21,2% dei 520mila studenti che ieri hanno svolto la prima prova dell'esame di maturità hanno scelto il brano di Vera Gheno e Bruno Mastroianni. Sul podio anche la Segre e Verga mentre l'analisi della poesia "La via ferrata" di Giovanni Pascoli ha riscosso poso appeal tra i maturandi: solo il 2,9%. Oggi si torna tra i banchi per il secondo scritto (latino al classico e matematica allo scientifico).