Dal saltare i pasti agli spuntini poco salutari fino ad arrivare alle diete pericolose

Siete in un periodo di continui cambiamenti, state crescendo e diventate sempre più autonomi, cominciate a scegliere, e decidete voi cosa mangiare e non. Occhio …fate in modo che le vostre scelte non siano condizionate dai vostri coetanei e da uno stile di vita inadeguato. Vi capita spesso di mangiare fuori casa? Cosa mangiate? Ma soprattutto siete di quelli che pensano che mangiare sia una perdita di tempo e quindi molto meglio saltare un pasto che non uscire con un amico?
Uno degli errori più comuni è saltare la colazione, fondamentale invece per iniziare la giornata ad avviare il metabolismo, aiuta la concentrazione evitando attacchi di sonno durante le lezioni ed eccessiva stanchezza nell’arco della vostra giornata, ricca di numerosi impegni. Bisognerebbe quindi seguire poche regole, in un momento in cui il nostro fisico è esposto a continui cambiamenti e stimolazioni. Dobbiamo esigere il meglio da quello che mangiamo perché condizionerà il nostro futuro benessere. Anche se il tempo corre irrefrenabile bastano veramente dei piccoli cambiamenti nelle vostre abitudini alimentari e vi renderete subito conto di come la vostra vita sarà più sana e quindi migliore.
Per iniziare non perdete mai di vista il Ferro e il calcio… Non bisognerebbe mai fare a meno di questi due principi nutritivi: Il Calcio e il ferro. Il ferro è in questa età un elemento vitale, è necessario per traghettare ossigeno ad ogni cellula del corpo. È fondamentale per le funzioni del cervello, del sistema immunitario e per aumentare il livello di energia. 
FERRO EXTRA PER LE RAGAZZE
Le ragazze di età compresa tra i 14 e i 18 hanno bisogno di 15 milligrammi al giorno, i ragazzi nella stessa fascia di età hanno bisogno di 11 milligrammi. Il ciclo mestruale nelle giovani donne aumenta il rischio di una carenza di ferro, perché molto spesso nelle loro diete non sono contenuti alimenti ricchi di ferro tali da compensare le perdite mensili. 
IL “CALCIO” AMICO
Lo sapevate che il calcio, è fondamentale per lo sviluppo e la densità ossea. L’esigenza di calcio è più alta che mai durante la vostra crescita 1.000 milligrammi al giorno. Eppure l’apporto di calcio subisce nel corso della vita un calo notevole dovuto al basso consumo di latte che preferite sostituire con bevande analcoliche. Il latte però oltre ad essere naturalmente ricco di calcio, è fortificato con la vitamina D, che aiuta anche le ossa. 
DA NON DIMENTICARE
Un’altra sana abitudine è quella di non arrivare mai al pasto affamati, come spesso succede, ecco quindi che entra in gioco un altro grande protagonista di una sana alimentazione …lo spuntino. Gli spuntini hanno proprio il compito di spezzare la fame tra un pasto e l’altro, ma deve essere fatto in modo corretto e deve contenere tutti i principi nutritivi.

Si avvicinano le vacanze estive bisognerà necessariamente scoprirsi più del solito allora per essere in forma sentirci bene con noi stessi e magari perdere qualche kilo senza correre dei rischi per la salute cosa si può fare? Lo abbiamo chiesto a Mariangela Rondanelli, professore associato Scienze e Tecniche Dietetiche all’Università di Pavia.
Professoressa è vero che non sono mai troppe le raccomandazioni per mantenere il peso ideale senza correre il rischio di dimagrire eccessivamente?
Assolutamente, inoltre nella maggior parte dei casi la cosa più difficile soprattutto per i normopeso è mantenere il peso corretto e imparare a conoscere le porzioni degli alimenti. Per perdere qualche chilo è utile controllare le porzioni assunte ed iniziare o aumentare l’attività fisica. Per tutti quelli che viceversa si trovano a dover aumentare di peso, dovranno iniziare con l’aumentare le porzioni, mantenendo le scelte alimentari come prima esposto.
Assumere una dieta come viene definita di tipo “mediterraneo” è utile per evitare rischi?
Certo, questo significa: – assumere 5 porzioni fra frutta e verdura al giorno – preferire carboidrati integrali (pane, pasta, riso) ai carboidrati raffinati perché ricchi in fibra, vitamine e minerali – assumere pesce 3-4 volte a settimana, carne rossa 1 volta alla settimana, carne bianca 2-3 volte, legumi 3 volte, uova 2 volte a settimana, salumi 1 volta a settimana, formaggi 2-3 volte a settimana – frutta secca come spuntino – assumere 1,5-2 litri di acqua tutti i giorni – latte e yogurt tutti i giorni – usare come condimento esclusivamente olio extra-vergine di oliva, preferibilmente a crudo
Con il caldo aumenta la necessità di bere. Le bibite gassate sono completamente da evitare e quante se ne possono assumere?
Le bibite gassate vanno limitate per l’elevato contenuto in zuccheri semplici. La giusta dose da consumare mediamente è di 3 lattine a settimane. Arriviamo ai dolci: quando mangiarli e in che quantità? La colazione è il momento migliore per assumere dolci: tutti i giorni 1 fetta di torta, 4-5 biscotti. Se si è normopeso si può assumere una ulteriore porzione: 1-2 cioccolatini fondenti al giorno, altrimenti se si è sovrappeso è meglio evitare questa abitudini Molti li evitano per paura dell’acne? Non ci sono studi scientifici che realmente correlino l’assunzione di dolci all’insorgenza dell’acne. La moderazione è comunque consigliata.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 1 giugno

Next Article

Fumo, cresce il consumo tra gli studenti

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.