Costa Concordia, tempi lunghi per il recupero

Da un minimo di un anno a un massimo di tre. Tanto potranno durare le operazioni di recupero del relitto della Costa Concordia.

Da un minimo di un anno a un massimo di tre. Tanto potranno durare le operazioni di recupero del relitto della Costa Concordia. A dichiararlo Eyk-Uwe Pap, direttore della Baltic Taucher, azienda specializzata in questo genere di operazioni, con sede nel porto tedesco di Rostock.

Il tempo, la visibilità dell’acqua e le correnti marine, spiega Pap in un’intervista all’agenzia Dpa, saranno determinanti per le operazioni che dovranno essere compiute. La nave, infatti, spiega l’esperto, «dovrà essere tagliata in varie sezioni, queste dovranno essere a loro volta estratte con delle gru e trainate in porto».

Intanto il difensore di  Francesco Schettino, Bruno Leporatti, ha risposto ai giornalisti sulla fuga del suo cliente durante  il naufragio del Costa Concordia, sottolineando che il comandante della nave non poteva risalire a bordo.
Fonte: Adnkronos

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Sport, un mondo di opportunità

Next Article

Navi da crociera, non calano le prenotazioni

Related Posts
Leggi di più

Occupazioni e cortei per ricordare Lorenzo: il 28 gennaio manifestazione a Roma contro l’alternanza scuola-lavoro

Studenti di nuovo in piazza per protestare contro i progetti PCTO che a Udine sono costati la vita a Lorenzo Parrelli, morto a 18 anni al suo ultimo giorno di stage in un'azienda di Udine. Venerdì prossimo ci sarà una manifestazione nazionale a Roma mentre a Bologna oggi è stato occupato un liceo scientifico: "Vendetta per Lorenzo".
Leggi di più

Studente muore schiacciato da una trave d’acciaio: era all’ultimo giorno di stage gratuito in azienda

Lorenzo Parelli aveva 18 anni e ieri stava per completare il tirocinio in un'azienda meccanica della provincia di Udine dove viveva. La Procura adesso ha aperto un'inchiesta per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. La Rete degli studenti medi attacca: "Non si può morire mentre si sta facendo quella che dovrebbe essere un'attività didattica"