Concorso magistratura: pronta un’interrogazione parlamentare

concorso magistratura

(AGENPARL) – Roma 07 lug – “Le segnalazioni di deprecabili irregolarità durante l’ultimo concorso per la magistratura ordinaria meritano qualche spiegazione in più del semplice comunicato diramato in queste ore dal Ministero della giustizia”.

Lo dichiara in una nota Aldo Di Biagio, vice presidente vicario del gruppo “Per l’Italia” al Senato e primo firmatario dell’atto bipartisan indirizzato al Ministro Orlando sulle presunte irregolarità in occasione del concorso per magistrati ordinari del 25-27 giugno 2014.

“Stando alle denunce finora sporte e alle testimonianze riprese anche dai media – spiega Di Biagio – la “tre giorni” concorsuale si è rivelata essere un vero e proprio festival dell’irregolarità, tra codici commentati ma vidimati lo stesso dai commissari, elettricità saltata, drappelli di concorrenti intenti a svolgere il compito in team, a cui si aggiunge quella più vergognosa del tema nelle mani di una concorrente ben prima della dettatura e ben prima che entrasse addirittura la commissione nella struttura dove si svolgevano le prove d’esame”.

“Alle polemiche è seguito solo uno scarno comunicato del Ministero della Giustizia in cui si ribadisce la regolarità del concorso – spiega – senza però spiegare cosa realmente sia successo nei padiglioni della fiera di Roma”.

“Quanto verificatosi – continua il senatore – instilla il dubbio di contaminazione in un processo solenne e delicato come quello del reclutamento dei detentori del potere giudiziario italiano che meriterebbe attenzione, trasparenza e regole ferree per non inficiare i principi di indipendenza, imparzialità e terzietà che la costituzione prevede”. Di Biagio conclude: “Con l’interrogazione chiediamo un intervento celere e puntuale del Ministro Orlando che chiarisca nel dettaglio gli accadimenti e valuti espressamente l’annullamento del concorso”.

 

LEGGI ANCHE: 

Concorso Magistratura, la denuncia della candidata: “Costretta a rimanere nuda per i controlli. E’ uno schifo”

INCHIESTA – Quel concorso per magistrati e la rabbia dei candidati: “Questa volta abbiamo toccato il fondo”

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giovani in Sicilia: tirocini retribuiti per 2.000 diplomati

Next Article

Giovani ambasciatori italiani in volo verso l'Australia

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.