Clamoroso, il Miur rinvia il Consorsone per neve!

A causa del maltempo previsto dalla Protezione Civile per i prossimi giorni in tutta Italia, le prove scritte del concorso per docenti, programmate per lunedì 11 e martedì 12 febbraio, sono state rinviate.

UPLOAD_concorsone

 

A causa del maltempo previsto dalla Protezione Civile per i prossimi giorni in tutta Italia, le prove scritte del concorso per docenti, programmate per lunedì 11 e martedì 12 febbraio, sono state rinviate. Il ministero della Pubblica Istruzione ha reso noto che restano invece confermate le prove previste per mercoledì 13 febbraio e per i giorni successivi, salvo diverso avviso. Le nuove date per lo svolgimento delle prove saranno comunicate sul sito del Miur. In queste ore il Ministero sta inviando una email di avviso a tutti i candidati che avrebbero dovuto sostenere la prova scritta lunedì 11 e martedì 12.

Alla prova previste per lunedì del Concorso a Cattedra 2012/2013 indetto dal Miur, sarebbero stati oltre 90 mila i candidati per poco più di 11 mila posti di lavoro. Ieri sono poi stati ammessi con riserva i circa 7 mila candidati che avevano presentato ricorso al Tar del Lazio tramite l’Anief per la soglia di punteggio del test preselettivo, giudicata illegittima.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Neve oggi e domani: weekend di gelo e di imbiancate

Next Article

Milano, tra carnevale e San Valentino, decine di appuntamenti

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.