Cinquemila euro per l’Unità d’Italia

In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Segreteria nazionale della CGIL ha attivato il bando per il conferimento di una borsa di studio del valore di 5.000 euro finalizzata a laureati che hanno effettuato ricerche sulla storia del movimento operaio e sindacale dall’Unità d’Italia sino ad oggi.

In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Segreteria nazionale della CGIL ha attivato il bando per il conferimento di una borsa di studio del valore di 5.000 euro finalizzata a laureati che hanno effettuato ricerche sulla storia del movimento operaio e sindacale dall’Unità d’Italia sino ad oggi.

La borsa di studio, che avrà durata complessiva di un anno, inizierà il 17 marzo. Per poter partecipare inviare la propria candidatura entro e non oltre il 1° marzo. Per informazioni www.cgil.it.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Coca Cola cerca market developer

Next Article

Riparte il premio Marco Biagi

Related Posts
Leggi di più

Un lavoro da 1.250 euro al mese? I neolaureati dicono no

I dati del 26esimo rapporto di Almalaurea fotografano un cambiamento di esigenze da parte di chi si affaccia, dopo l'università, sul mercato del lavoro: non si è più disposti ad accettare stipendi non ritenuti consoni al titolo di studio ottenuto.