Cinema e diritti universali

Fino al 16 novembre si terrà a Napoli la terza edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani, la rassegna di cinema e riflessione sui diritti universali.

Dal 9 al 16 novembre si terrà a Napoli la terza edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani, la rassegna di cinema e riflessione sui diritti universali.
Con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Napoli e dell’Associazione culturale “Cinema e Diritti”, il festival avrà come soggetto il Forum delle Culture Napoli 2013. Saranno le scuole e le aule universitarie nei vari angoli della città ad ospitare la manifestazione e a cogliere le peculiarità delle culture del Mediterraneo, del Sudamerica e dell’Africa.
Sono tre le sezioni principali in cui si articolerà la manifestazione: una sezione locale a carattere itinerante tra quartieri e comuni della fascia metropolitana, una seconda competitiva in cui si assisterà alla selezione e presentazione di documentari e fiction ed infine la terza, internazionale, che ospiterà sette Paesi del mondo e i rappresentanti di Europa, Africa, Sudamerica e Asia. L’apertura della sezione internazionale si terrà nella prima giornata presso il Suor Orsola Benincasa e spetterà alla Palestina con Rafeef Ziadah, direttrice del Festival del Cinema Palestinese di Toronto in Canada.
Nell’ambito del festival, come di consueto, si terrà un concorso di opere audiovisive di autori di tutto il mondo sul tema della dignità della vita e una special session dedicata alle opere napoletane intitolata “Napoli, ieri, oggi e … domani?”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

I giovani: opportunità di cambiamento

Next Article

Giovani idee per nuovi progetti

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass. 
Leggi di più

Processo Regeni, blocco per “avvisare gli accusati delle imputazioni”

La palla ripassa al gup. Gli imputati irreperibili non hanno comunicato il domicilio e non possono essere così avvisati delle imputazioni. Nuova rogatoria avviata per le ricerce, la famiglia alla stampa: "Scrivete i loro nomi ovunque perché non possano sostenere di non sapere"