Cina, due bimbi pestati a scuola. Altri sei feriti da un folle

Schermata 2013-03-29 a 10.36.30

Due bambini di quinta elementare sono stati picchiati a morte in una scuola di Yulin, nella regione del Guanxi, da un dipendente dell’istituto. Ne danno notizia oggi i media cinesi. Non sono ancora chiare le dinamiche del fatto e tantomeno l’identita’ dei due studenti, anche se in Cina i bambini che frequentano le scuole elementari hanno intorno agli 11 anni. Secondo quanto scrive la Xinhua la polizia locale avrebbe gia’ tratto in arresto l’omicida.

Tragedia della follia invece a Shanghai. Un uomo, dopo aver ucciso nell’appartamento in cui si trovava, sua sorella e sua suocera, probabilmente per una questione di soldi, e’ sceso per strada e, giunto dinanzi ad una scuola elementare del distretto di Fengxian ha aggredito e ferito con un coltello un gruppo di 11 persone, tra cui sei bambini. Nessuno dei feriti e’ in gravi condizioni. Braccato dalla folla l’uomo e’ stato arrestato poco dopo.

Il 14 dicembre scorso 22 bambini di una scuola elementare nella provincia dell’Henan furono feriti da un uomo armato di coltello mentre nel 2010 furono in tutto il paese diversi gli attacchi bambini di scuole materne ed elementari tanto da indurre le autorita’ a rafforzare i controlli al di fuori delle scuole.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Coda di influenza, per Pasqua a letto 300mila italiani

Next Article

Lindt sconfitta: il suo coniglietto di pasqua potrà essere imitato

Related Posts
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.