Ciak si gira. Carovana in marcia

È partita l’ottava edizione di CinemadaMare che percorrerà lo stivale all’insegna della mobilità cine-matografica.

La carovana cinematografica è già in marcia. Punto di partenza: Roma. Madrina dell’iniziativa, la regista tedesca Margarethe Von Trotta. “Considero l’iniziativa un appuntamento importante per incoraggiare i giovani – afferma la regista dall’isola Tiberina – ci sono passata anch’io e so bene quanto sia complicato questo mestiere, la mia parola d’ordine è perseveranza, che reputo molto più importante di talento”.
È partita da Roma l’ottava edizione di CinemadaMare che in 47 giorni percorrerà oltre duemiladuecento chilometri. I partecipanti dell’insolito festival della celluloide, sono giovani filmmaker provenienti dalle scuole di cinema internazionali, che realizzeranno nel corso del viaggio dei cortometraggi e che incontreranno registi e autori affermati. È previsto anche un concorso di 170 film brevi provenienti da 48 paesi, dall’Argentina all’Uzbekistan, dal Guatemala all’Italia, dalla Cina al Perù.
Dopo Roma, Bari (8 -13 luglio) e dell’iraniano Mohsen Makhmalbaf, regista di Viaggio a Kandahar, di Corigliano Calabro (Cosenza) e del giornalista televisivo Vincenzo Mollica (15 luglio), di San Potito Sannitico (Caserta) e di Vincenzo Cerami (22-26 luglio), di Reggio Calabria e Acireale (28 luglio – 9 agosto) che ospiterà Giuliano Montaldo, maestro del cinema italiano e ancora di Nova Siri (10 -16 agosto) che accoglierà il regista britannico Ken Loach e di San Severino Lucano (17 agosto),
La seconda carovana invece partirà il 13 luglio 2010 dal Nord Italia. È la prima volta che Libero cinema in libera terra, manifestazione promossa dalla fonondazione Cinemovel e dall’associazione Libera di Don Luigi Ciotti, inizia il suo cammino dal Piemonte e dalla Lombardia.
“Il cinema si fa strumento di aggregazione in luoghi confiscati alla criminalità organizzata, per «riportare i diritti a chi li ha, ma non sa di averli, né riesce ad esercitarli”, dichiara Ettore Scola, presidente onorario di Cinemovel. Nel bene confiscato Cascina Caccia, a San Sebastiano da Po (Torino), parte questa carovana con la proiezione del documentario Comando e controllo di Alberto Puliafito, sulla Protezione civile e il suo operato dopo il terremoto in Abruzzo. Seguirà la proiezione del 15 luglio 2010  a San Demetrio in provincia de L’Aquila.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Per un'università responsabile

Next Article

Caro Luigi, non ci hai convinto!

Related Posts
Leggi di più

“Foto osé in cambio della sufficienza”: chiuse le indagini nei confronti del prof di matematica. Nei guai anche la preside che non denunciò

La Procura di Cosenza ha chiuso le indagini preliminari sul caso delle presunte molestie al liceo "Valentini-Majorana" di Castrolibero. Il docente accusato di violenza sessuale, tentata violenza sessuale, molestie sessuali e tentata estorsione. In un caso chiese a una ragazza di scattarsi una foto del seno se voleva ottenere il 6 nella sua materia.