Da Chernobyl a Shakespeare passando per Fermi e la Apple: gli anniversari del 2016 analizzati dal Cnr

Un anno ricco di ricorrenze il 2016, alcune cariche di significate per la scienza altre, più in generale per la storia e la cultura contemporanea: così il Cnr ha deciso di dedicare la nuova edizione del suo Almanacco della Scienza, con approfondimenti curati da studiosi in materia, proprio agli anniversari che cadono in questo anno.
Si comincia con la scoperta dei “fermioni” anticipata in un articolo del 1926 da Enrico Fermi, di cui parla Leonardo Fallani dell’Istituto Nazionale di Ottica. Si passa poi all’anniversario della fondazione del colosso informatico Apple, nato 40 anni fa, analizzato da Paolo Cignoni dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’Informazione; per arrivare all’intervento di Maura Misiti dell’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali che rievoca il primo voto delle donne in Italia nel 1946.
Due interventi commemorano altrettanti tragici eventi che hanno segnato la storia italiana e mondiale: alluvione di Firenze del 1966, ricordata da Marina Baldi, Bernardo Gozzini e Antonio Raschi dell’Istituto di biometeorologia; e l’’incidente alla centrale nucleare di Chernobyl ripreso ed analizzato a 30 anni di distanza da Chiara Cantaluppi dell’Istituto per l’energetica e le interfasi e Carlo Sozzi dell’Istituto di fisica del plasma.
C’è spazio anche per la letteratura nelle ricorrenze di quest’anno: Luciano Anselmo dell’Istituto di scienza e tecnologie dedica un intervento al poeta e drammaturgo inglese William Shakespeare, nell’anno in cui ricorrono i 400 anni dalla morte; mentre Antonio Cerasa dell’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare scrive un approfondimento sull’opera e la figura di Luigi Pirandello, scomparso esattamente 80 anni fa.
Per leggere tutti gli approfondimenti preparati dagli esperti del Cnr potete consultare l’Almanacco della Scienza pubblicato sul sito dell’ente di ricerca.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 07 aprile

Next Article

La rassegna stampa di venerdì 08 aprile

Related Posts
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.