Bullismo, prima condanna definitiva

Sono quattro i ventenni condannati, in via definitiva, per bullismo e stalking nei confronti di un ex-compagno di scuola. Ad emettere la sentenza è stata la suprema Corte di Cassazione che per la prima volta si è pronunciata per una condanna di questa fattispecie di reato. Secondo telefono Azzurro nel 2016 il 10% delle richieste di aiuto riguardavano questa problematica. 
Il caso, risalente al 2009, riguarda E.P., all’epoca dei fatti studente di primo anno dell’Istituto professionale “Manfredi Bosco” di Alife, in provincia di Caserta. Per due anni, l’adolescente è stato preso di mira dai quattro compagni di scuola, oggetto di vessazioni e violenze vere e proprie, fino a quando il giovane ha chiesto alla famiglia di cambiare città. I fatti vennero alla luce per un ricovero in ospedale, quando dopo l’ennesimo pestaggio il giovane riportò lesioni all’occhio. Dopo la denuncia, i quattro furono condannati a dieci mesi di reclusione, pena sospesa, dal Tribunale dei minori di Napoli. Una sentenza che ha trovato la conferma dei giudici del Palazzaccio. Ad incastrare il branco un filmato girato da uno di loro. 
Inoltre i giudici napoletani avevano puntato il dito anche contro la scuola, sottolineando “il clima di connivenza e l’insipienza di quanti, dovendo vigilare sul funzionamento dell’istituzione, non si accorsero di nulla”. Precisazioni che verranno prese in considerazione in un’eventuale causa civile della famiglia della vittima nei confronti dell’Istituto. 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Colloquio di lavoro: alcuni suggerimenti

Next Article

La Sapienza taglia le tasse universitarie a 42.000 studenti

Related Posts