Brunetta: all’Aquila nuovo laboratorio TLC

L’Aquila sede di un grande laboratorio per le telecomunicazioni. L’idea è stata rilanciata oggi dal ministro per la Pubblica amministrazione ed Innovazione, Renato Brunetta, in città per prendere parte ad un workshop promosso dallo suo stesso Dicastero.
“Quando saremo nel pieno della ricostruzione – ha ribadito Brunetta – avremo migliaia di imprese al lavoro, con almeno 15 mila tecnici impegnati per anni e anni. Un capitale umano a cui possiamo associare un grande progetto di innovazione”. Il Ministro ha assistito interessato all’illustrazione dei primi progetti finalizzati a tale obiettivo. “Attualmente – ha spiegato Brunetta – il Piano di innovazione coinvolge 30 grandi imprese nazionali del settore delle telecomunicazioni”.
Ad oggi oltre 30 aziende di diversa dimensione, operanti in diversi settori dell’information e communication technology, hanno generosamente messo a disposizione le loro eccellenze, risorse umane e tecnologie avanzate, per rendere disponibili soluzioni innovative. Per coprire non solo i servizi distrutti dal sisma, ma anche per avviarne di nuovi e sperimentare nuove soluzioni.
Tra queste, in particolare, e’ già in corso una rivisitazione innovativa – con la collaborazione di Unicredit Group, protagonista di un’esperienza certamente originale in quest’area – dell’attuale sistema di continuità operativa della Pubblica Amministrazione, attraverso un upgrade al livello strategico di ciò che fino a oggi e’ stato troppo spesso considerato solo un problema tecnico di salvataggio dei dati.
Per il futuro il progetto è di arrivare a coinvolgere cento imprese con 200 progetti, per investimenti complessivi di almeno 50 milioni di euro. Del resto – ha proseguito ancora – L’Aquila ha delle buone potenzialità in quanto baricentrica e a 100 chilometri da Roma”. Brunetta ha parlato di un progetto che “da una tragedia può far nascere qualcosa di importante”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fisciano, al via il congresso sull'e-Learning

Next Article

Test: nuovi errori ad Architettura

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"