Borse per un corso sull'energia eolica

In occasione della Giornata Mondiale del Vento, ANEV – Associazione Nazione Energia del Vento, in collaborazione con UIL, assegna 2 borse di studio per la partecipazione al primo corso di formazione “Essere manager delle energie rinnovabili: l’energia eolica”, che ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti le informazioni e le competenze necessarie per presidiare, nei territori di propria competenza la creazione, la gestione e lo sviluppo di un parco eolico.
Il corso si terrà a Roma, dal 19 al 22 Maggio 2009. Contenuti del corso saranno: la tecnologia dell’eolico, le modalità attraverso cui enti e privati possono accedere a finanziamenti per lo sviluppo dell’energia eolica, come si sta sviluppando il mercato dei Certificati Verdi, le modalità di negoziazione con le parti, un aggiornamento sulle nuove leggi e sui processi di sviluppo.
Il corso sarà condotto da docenti qualificati e compenti che collaborano con ANEV e sarà arricchito da importanti testimonianze di imprenditori del settore come enti coinvolti nello sviluppo di questa sensibilità. Durante il corso è prevista la visita di una giornata presso un parco eolico, occasione importante per confrontare le idee e i concetti che già si possiedono con un’esperienza reale, conoscere i manager del parco e confrontarsi con loro su diverse problematiche che debbono essere affrontate.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito www.anev.org, dove i candidati potranno trovare tutte le informazioni necessarie alla partecipazione al concorso. Saranno ritenuti prioritari per l’assegnazione delle borse: una specifica motivazione a frequentare il corso e a lavorare nello sviluppo dell’energia eolica il curriculum vitae altri lavori svolti nell’ambito dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili.
Le domande di assegnazione delle borse dovranno pervenire entro il 30 aprile 2009 per posta o via e-mail a Gruppo Prospecta SRL, Via Sanfelice,3 – 20137 Milano; indirizzo email [email protected]specta.it.

Total
0
Shares
2 comments
  1. quale è la differenza tra doppi vetri e doppi infissi :
    i doppi vetri non risolvono il problema del risparmio
    energetico per il motivo che rimangono circa 40 centimetri
    dove viene alloggiata la tapparella di spazio aperto dove entra
    freddo e caldo invece con i doppi infissi si forma una camera
    ad aria e non passa nè caldo nè freddo .
    Ho calcolato che se tutti avessero gli infissi avremmo un risparmio
    energetico pari a tutta l’energia eolica prodotta in Italia .
    Comunque tenere sempre una finestra che si apra allo spostamento
    dell’aria per difenderci da eventuali terremoti .
    Non capisco come nessun politico abbia proposto una legge
    sul risparmio energetico sulle nuove costruzioni .

  2. NO AL NUCLEARE LE SCORIE RADIATTIVE DI TUTTA EUROPA NON LE VOGLIAMO .
    NO ALLE SOSTANZE CHIMICHE NEGLI ALIMENTI CHE FALSIFICANO LA QUALITA’.
    SI ALLE MEDICINE GRATUITE DA FONTI VEGETALI .
    NO AI MEDICI CHE PRESCRIVONO SOSTANZE CHIMICHE NON SIAMO PIANTE .
    NO AI FITORMONI NELLA INDUSTRIA ALIIMENTARE .

Lascia un commento
Previous Article

Cattolica, al via i seminari di economia sanitaria

Next Article

Giovani artisti si sfidano sul palco ispirati da Pinter

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.