Bonus Maturità, è caos: il Tar di Palermo annulla le graduatorie di Medicina

bonus maturità

E’ caos Bonus Maturità. Dopo le infinite polemiche estive, dopo la cancellazione, la sua reintroduzione, dopo l’annullamento, ecco l’ultimo colpo di scena. Il Tar di Palermo ha infatti annullato le graduatorie definitive dei test di medicina.

Il tribunale amministrativo regionale ha infatti accolto il ricorso presentato da uno degli studenti, penalizzato in graduatoria proprio dopo le decisioni sull’eliminazione del Bonus.

Un’ingiustizia secondo il ragazzo, Daniele Maria Palma, che ha presentato ricorso assistito dall’avvocato Ferdinando Gattuccio, e che ha trovato d’accordo i giudici amministrativi della Prima Sezione presieduta da Giovanni Tulumello, Presidente  ed Estensore.

Bisognava applicare, in pratica, il primo bando (quello che prevedeva la presenza del bonus) e non il secondo. Quali saranno, quindi, le novità dopo questa decisione? Si potranno rifare nuove graduatorie, oppure consentire agli studenti danneggiati dalla cancellazione del bonus di potersi iscrivere lo stesso a una facoltà a numero chiuso. Ma la sentenza del Tar di Palermo cambia tutto: sono centinaia gli studenti che attendono intrepidi l’esito dei ricorsi per iscriversi alle facoltà a numero chiuso. E da tempo le associazioni studentesche combattono per l’eliminazione di questa modalità di selezione, ritenuta iniqua e poco meritocratica. Non sono in ballo solamente le graduatorie di Medicina, ma tutte quelle relative alle facoltà a numero chiuso.

Raffaele Nappi

Total
0
Shares
2 comments
Lascia un commento
Previous Article

IL CASO - Firenze, ecco altri studenti furbetti: "Isee falsi, restituiscano 47.000 euro"

Next Article

FIDUCIA ALLA CAMERA - Gli studenti attaccano: "Ci mobiliteremo in tutta Italia"

Related Posts
Leggi di più

Lavorare dopo la maturità? Ce la fa solo il 38% dei diplomati. Strada in discesa solo per chi ha fatto il “tecnico” o il “professionale”

Un'indagine del Ministero dell'Istruzione e del dicastero del Lavoro fotografa la situazione lavorativa degli studenti dopo la fine dell'esame di maturità: solo il 38,5% dei ragazzi che si sono diplomati nel 2019 è riuscito a trovare un lavoro negli anni successivi. Numeri più confortanti per chi è uscito da un istituto tecnico o commerciale: uno diplomato su due già lavora.
Leggi di più

Mai avvolgerla nella plastica o tenerla in tasca: ecco i consigli degli esperti per l’utilizzo della Ffp2: “Se non riceve umidità può durare fino a 40 ore”

Obbligatoria per viaggiare sui mezzi di trasporto e necessaria anche per seguire le lezioni in classe o andare al cinema: la mascherina Ffp2 è uno strumento con il quale stiamo familiarizzando sempre di più in queste settimane. Conservarla correttamente è indispensabile per poterla utilizzare per più di un giorno. "Mai indossarla sopra a una chirurgica".