Bonus 600 euro lavoratori autonomi e professionisti Casse private: pubblicato il Decreto Interministeriale

Dopo la sospensione dell’ultima ora da parte delle Casse di previdenza private, che con un parziale dietrofront avevano sospeso le procedure di richiesta, ecco che il Ministero del Lavoro ha ufficialmente pubblicato il Decreto Interministeriale del 28 marzo 2020 che fissa le modalità di attribuzione dell’indennità, prevista dal Decreto “Cura Italia” a valere sul Fondo per il reddito di ultima istanza, in favore dei lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria danneggiati dalla situazione epidemiologica da Covid-19.

Bonus 600 euro: domande dall’1 aprile al 30 aprile 2020

Con la pubblicazione del decreto, quindi, da oggi fino al 30 aprile 2020 sarà possibile richiedere il bonus di 600 euro per il mese di marzo direttamente alle Cassa di previdenza privata (che dovranno quindi riattivare il servizio di richiesta).

Bonus 600 euro: i beneficiari

Diversamente dalle bozze circolare nei giorni scorsi, il decreto prevede solo che il sostegno al reddito sarà riconosciuto:

  • ai lavoratori che abbiano percepito, nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo non superiore a 35mila euro;
  • ai lavoratori che abbiano percepito un reddito complessivo compreso tra 35mila e 50mila euro e abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività autonoma o libero-professionale di almeno il 33% nel primo trimestre 2020, rispetto allo stesso reddito del primo trimestre 2019, sempre a causa del Coronavirus.

Bonus 600 euro: eliminata la regolarità contributiva

Eliminata, quindi, la tanto contestata regolarità contributive che era stata prevista nelle precedente versione del decreto.

In allegato il test completo del Decreto interministeriale 28 marzo 2020.

lavoripubblici

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

AllertaLOM: tutte le informazioni sul Coronavirus in una app

Next Article

Specializzandi anti-Covid bloccati dai prof “baroni”

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.