Blackout a scuola, salta la seconda prova della maturità: domani studenti di nuovo in aula

Un guasto alla rete elettrica del Comune di Maranello non ha permesso di svolgere ai 106 studenti dell’istituto “Ferrari” la seconda prova dell’esame di maturità prevista per oggi. Tutto rimandato a domani quando i ragazzi ritorneranno di nuovo sui banchi.

È stato un secondo giorno d’esami letteralmente al buio quello che gli studenti di una scuola superiore di Maranello, in provincia di Modena, hanno appena passato. Tutta colpa della mancanza di energia elettrica, che a causa di un improvviso blackout, ha imposto ai vertici dell’istituto di rimandare a domani la seconda prova degli esami di maturità.

L’incredibile storia è accaduta all’istituto Ferrari di Maranello dove domani tutti gli studenti dell’ultimo anno dovranno trovarsi di nuovo in aula per svolgere la seconda prova della maturità. Tutto a causa un guasto alla rete di media tensione di Enel che ha comportato, nelle scorse ore, l‘interruzione della corrente elettrica in vaste aree del comune modenese, interessando anche l’istituto superiore.

Dalle prime ore della mattinata di oggi, la corrente elettrica all’istituto è stata ripristinata, ha informato la Provincia i cui tecnici hanno effettuato un sopralluogo nella scuola per verificare l’integrità degli impianti, che domani potrà quindi accogliere i 106 maturandi per la seconda prova d’esame. La Provincia aveva comunque valutato soluzioni alternative, in caso di prolungamento del guasto, eventualmente spostando la sede dell’esame in un altro istituto, così da poter assicurare il corretto svolgimento della prova.

Alla fine il disagio per gli studenti sarà limitato visto che la seconda prova in programma era stata scelta dalla stessa scuola. Le conseguenze del blackout, infatti, sarebbero state di ben altra natura se il tutto fosse successo nella giornata di ieri quando si è svolta la prova scritta di Italiano comune a tutte le scuole in Italia. Un semplice rinvio al giorno successivo, come quello decretato oggi per i 106 maturandi di Maranelli, sarebbe stato impossibile visto che le tracce dei temi erano diventate già note qualche minuto dopo l’apertura delle “buste” inviate dal Ministero dell’Istruzione.

LEGGI ANCHE:

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Attacco informatico all'Università: dati in vendita per un milione di dollari su un forum russo

Next Article

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Related Posts
Leggi di più

Comincia l’autunno caldo: studenti sabato di nuovo in piazza

Sabato 8 ottobre a Roma scenderanno in piazza anche l'Unione degli Universitari e la Rete degli Studenti Medi alla manifestazione indetta dalla Cgil. Diritto allo studio scolastico e universitario, politiche ambientaliste immediate, lavoro stabile e retribuito le richiesta al nuovo governo.